Taxi verde mela per la Grande Mela

Uno dei nuovi taxi green apple

NEW YORK – Bisogna dire addio ai Yellow Cabs? Non è proprio così, ma nella Grande Mela c’è già allarmismo, poiché i tipici taxi gialli che siamo abituati a vedere nei film americani verranno sostituiti, esclusivamente nei quartieri esterni a Manhattan, in favore dei nuovi taxi verde acido, verde lime, menta, o wasabi. O ancor meglio “verde mela”, come per la precisione hanno annunciato il sindaco di New York Michael Bloomberg e David Yassky della Taxi and Limousine Commission, in piedi davanti a una Prius verde fiammeggiante. Le parole del New York Times, infatti, riportano che Bloomberg, parlando in conferenza stampa al City Hall, ha dichiarato che verde mela sarà “il nome ufficiale di questo colore”. “Pensiamo che il verde mela sia attraente e caratteristico – ha detto il sindaco che ha poi aggiunto -. E’ facile da individuare anche a distanza nel traffico”.

Come specificato, questo cambiamento sarà valido solo per i taxi in servizio fuori Manhattan, ovvero quelli che circolano negli altri quattro borough della città: Queens, Brooklyn, Bronx e Staten Island, attualmente serviti malissimo.

Al momento infatti, i residenti nei suddetti quartieri, se vogliono arrivare a Manhattan in taxi devono chiamarlo telefonicamente, oppure fermarne al volo uno che sta rientrando verso il cuore della Grande Mela.

Dilaga di conseguenza il fenomeno dei taxi senza licenza: la Taxi and Limousine Commission ha stimato che sono oltre 100 mila le corse illegali ogni giorno. L’iniziativa dei taxi verde mela, quindi, servirà anche a far emergere molti tassisti che operano nella più assoluta illegalità. I permessi per i Boro Taxi saranno 18.000 in tutto. I primi 6.000 saranno disponibili a partire dal 29 maggio; le altre 12.000 licenze saranno rilasciate nei prossimi due anni, e ognuna di queste costerà 1.500 dollari e sarà valida per tre anni.

“Ci sarà un cambio radicale nel settore “, spiega il presidente della Federazione Tassisti di New York, Fernando Mateo. “Arriveranno taxi futuristici, con tutta la tecnologia”. I Boro Taxi saranno muniti di tassametro, luci sul tetto, GPS e accetteranno pagamenti con carta di credito esattamente come i taxi gialli.

Diverse le perplessità relative al colore, da parte dei newyorkesi. Ma bisognerà abituarcisi. ”E’ un colore che calza bene col nuovo servizio che sarà svolto prevalentemente da auto ecologiche”, ha sottolineato il responsabile della Taxi and Limousine Commission. ”E’ un colore piacevole agli occhi, facile da avvistare a distanza e si sposa bene col paesaggio cittadino”.

In realtà poco convinti rimangono i newyorkesi, per i quali gli Yellow Cabs facevano parte del paesaggio cittadino da decenni, ed era facile scorgerli nella marea di auto della metropoli. ”Verde mela sfumato nell’inferno del traffico di New York?”, ha commentato al New York Post un residente. ”E’ una follia. Fuori Manhattan non li vedrà nessuno”. Molti lo hanno già definito “verde Shrek”.

A qualcuno piace, ma altri lo ritengono fiacco, triste, inutile e soprattutto, sempre secondo un residente che commenta sul New York Post, “se proprio doveva richiamare una mela, perchè non rosso”? Ma il rosso, si sa, nelle macchine al servizio dei cittadini è il colore dei pompieri.

Ma non finiscono le polemiche:  secondo alcuni, la differenziazione nei due colori sembrerebbe riportare a taxi di serie A e a taxi di serie B.

Come ogni cambiamento, anche questo smuove gli animi e le opinioni in direzioni opposte. Ma forse rimane in linea con le nuove tendenze green, sintomo di qualità nei Paesi, e si sposa col bisogno di verde nelle zone trafficate. La Grande Mela sarà quindi multicolore: ha un cuore giallo che si sta aprendo al verde, per andare incontro all’ecologia e a un servizio migliore per chi non abita al centro della metropoli.

Benedetta Rutigliano

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews