Tav: il Governo va avanti

val-di-susa

Torino – Ripresa regolarmente la cicolazione stradale sulle statali 24, 25 in Val di Susa dopo che ieri, all’alba, erano state chiuse al traffico dai manifestanti No-Tav. Essi, infatti, avevano inscenato un sit-in di protesta con barricate per protestare contro la costruizione della ferrovia Torino-Lione, il cui primo cantiere deve essere aperto a Chiomonte (Torino).

Il Blitz – E’ occorso un blitz delle forze dell’ordine per far sgombrare l’area destinata all’apertura del cantiere a Chiomonte: 36 mila metri quadrati, letteralmente strappati ai No-Tav e conseganti alle società costruttrici.

Salvo altri intoppi, il Governo dovrebbe così riuscire a rispettare la scadenza del 30 giugno, stabilita dalla Ue per la cessione dei fondi esteri alla costruzione dell’opera. Si prevede, dunque, un costante controllo di Polizia e carabinieri, onde scongirare tentativi di boicottaggio dei No-Tav.

Tuttavia, la prospettiva di vedere un presidio d’ordine perenne nella zona, preoccupa i sindaci della Val di Susa che temono la “militarizzazione del territorio”. Una situazione aggravata dal fatto che i manifestanti sembrano non essere intenzionati a rinunciare e pronti ad organizzare ancora azioni come quelle di ieri: lancio di pietre, sedie, rami, bastoni e tronchi d’albero. Seguiti dalla risposta della polizia in tenuta antisommossa: lancio di lacrimogeni. Il bilancio della guerriglia è stato di circa 80 feriti e contusi, tra cui 65 della polizia. Infine, i manifestantinti sono scappati infilandosi nella boscaglia circostante.

Il leader del movimento No-Tav, Alberto Perino è comunque risoluto ‹‹Abbiamo perso il primo round, non la guerra››.

Il Governo – L’Esecutivo non è intenzione di perdere ancora tempo in chiacchiere, poiché la questione della Torino-Lione è già stata ampiamente dibattuta. Questo il concetto espresso dal premier Silvio Berlusconi sull’argomento ‹‹Abbiamo ascoltato tutti, sentito le ragioni delle diverse parti e lavorato per arrivare a soluzioni condivise ma ora non si può più perdere tempo altrimenti rischiamo di restare fuori dall’Europa e questo sarebbe inaccettabile››.

Il ministro delle infrastrutture, Altero Matteoli, è del medesimo avviso ‹‹La Tav è considerata una priorità da parte dello Stato. I lavori inizieranno e andremo avanti – anche perché, ha continuato Matteoli – lo Stato non può assolutamente arrendersi di fronte a dei protestatari››.

Rincara il ministro del lavoro, Maurizio Sacconi ‹‹non debba essere consentito a una minoranza di fermare un’opera che per tantissima parte del Paese e del territorio ritiene assolutamente necessaria, e che, se non realizzata, isolerebbe quel territorio e costituirebbe un fattore di ritardo per l’intero sviluppo nazionale. […] Non possiamo permetterci il lusso di accettare il veto di minoranze. Questo vale per la Tav Torino-Lione, ma vale anche in generale. Bisogna anche difendere i diritti di una maggioranza di governare nella direzione che, in una democrazia, solo le maggioranze possono indicare››.

Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia ha ricordato che ‹‹Un Paese civile e democratico come l’Italia non può permettersi la permanenza di un presidio come quello del ‘villaggio Maddalena’ al di fuori della legalità – insistendo sul fatto che la Tav è – un’opera fondamentale per lo sviluppo dell’Europa e un’infrastruttura importante per mantenere i collegamenti italiani a livello internazionale. Per questo è fondamentale che i cantieri partano entro fine mese per non perdere la quota di finanziamento europeo››.

Opposizione – Le sinistre si dividono sulla No-Tav e sugli scontri di ieri. Il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro ha sottolineato come le infrastrutture ‹‹non si costruiscano con il manganello››. Più morbido il giudizio di Pier Luigi Bersani, segretario Pd: i cantieri devono funzionare ma la polizia deve ‹‹ridurre al massimo la portata degli incidenti››.

Chantal Cresta

Foto || ansa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews