Tanti auguri, Giuseppe Verdi!

Giuseppe Verdi nacque a Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813

Giuseppe Verdi nacque a Roncole di Busseto il 10 ottobre 1813

L’Italia, come dice un vecchio detto, è un popolo di navigatori, di santi e di poeti. Navigatori come Cristoforo Colombo, grazie al quale il mondo ha ricevuto l’aggettivo di tondo. Poeti come Dante, Petrarca e Boccaccio, le cui opere sono state fonte di ispirazione per generazioni di scrittori sia italiani che stranieri. Il Bel Paese però è illustre anche in molti altri ambiti. Si pensi al cinema, con i nostri Fellini, De Sica e Rossellini, che hanno fatto la storia. Altro ambito dove l’Italia è tra i primi della lista è la musica, specialmente nell’Opera. Rossini, Donizetti, Mascagni, Bellini, Leoncavallo, Puccini: tutti, con le loro opere, sono celebri in tutto il mondo. Tra loro c’è un altro compositore immortale, il celebre Cigno di Busseto: Giuseppe Verdi, del quale oggi si festeggia il bicentenario della nascita. L’Italia intera festeggia questo giorno, rendendo omaggio al musicista e alle sue opere.

La nazione già in passato dedicò al compositore la banconota da mille lire, in voga dal 1962 al 1969 e con un’altra immagine dal 1969 al 1981. Sta alle poste questa volta rendergli omaggio. Già ieri la Repubblica di San Marino ha emesso un francobollo verdiano da 70 centesimi con una scena dell’Aida. Oggi le Poste ne emettono un altro, sempre da 70 centesimi, con un ritratto di Verdi che spicca su uno sfondo sul quale sono riportati i titoli di alcune delle sue opere più famose.

A Piacenza, questa sera alle ore 21, presso la sede in Vicolo Serafini12, con gli Amici della Lirica, il sodalizio guidato da Sergio Buonocore ha organizzato una serata che vedrà una prima parte propedeutica dedicata al percorso artistico del Maestro, attraverso la presentazione del libro Verdi da Oberto a Falstaff scritto dal Professor Stefano Pronti, e una seconda in forma di concerto con l’esecuzione di brani tratti da Don Carlo, I Vespri Siciliani, Luisa Miller, I Masnadieri, La forza del destino e Simon Boccanegra eseguiti da due giovanissimi artisti, il soprano Angela Angheleddu e il basso Andrea Comelli, accompagnati al pianoforte dal concertista Milo Martani.

I bambini e i ragazzi delle scuole dell’Istituto Comprensivo G.D’Annunzio di Lanciano aderiscono alla ricorrenza con un “flash mob” in programma oggi alle ore 11 in Piazza Plebiscito: l’idea è di ricordare il Maestro attraverso la sua musica ritrovandosi tutti insieme a cantare una delle sue arie piu’ famose, il Va’ pensiero del Nabucco.

Il logo scelto per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Verdi

Il logo scelto per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Verdi

Allo scoccare del duecentesimo compleanno del maestro bussetano, nella città di Parma, che da fine settembre ha iniziato una serie di eventi musicali dedicati a Verdi, sarà la volta del concerto diretto da Yuri Temirkanov, con Filarmonica Arturo Toscanini e Coro del Teatro Regio di Parma impegnati in sinfonie e ballabili da Macbeth, Otello, La forza del destino e nel secondo atto, in forma di concerto, di Aida, interpretato da artisti musicali nazionali. Anche le province laziali festeggiano il giorno verdiano. Il paese di Ferentino, in provincia di Frosinone, infatti, così come il paese di Manziana, in provincia di Roma, celebrano il musicista con un gran concerto.  Gli avvenimenti più importanti si trovano ovviamente a Busseto, città natale del maestro. Dalla mattina fino a tarda notte la città renderà una lunga serie di omaggi al suo più noto cittadino. Il programma è reperibile nel sito.

I festeggiamenti però non si fermano all’Italia. Tutto il mondo, dall’Europa all’Africa, dalle Americhe all’Asia ha deciso di omaggiare Giuseppe Verdi. A Città del Messico l’evento viene celebrato nella cattedrale della città con un concerto da camera. In Estonia, a Tallin, è di scena La Traviata. A Rovaniemi, in piena lapponia finlandese, così come a Tirana, in Albania, si terranno dei concerti. A Odessa, in Ucraina, il teatro nazionale dell’Opera ha scelto di rappresentare l’Aida. Il più prestigioso è forse a Chicago, dove alle 19 Riccardo Muti dirigerà i maestri della sua Chicago Symphony Orchestra nella solenne Messa da Requiem.

Questi sono solo alcuni dei molti eventi con i quali il mondo celebra il bicentenario. Eventi che ci aiutano a ricordare la vita di un uomo le cui opere e il cui genio non solo non hanno mai perso di modernità e fascino, ma lo rendono ancora oggi uno dei personaggi più importanti della nostra cultura.

                                                           Francesco Fario

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews