Superenalotto, riprende la folle corsa alla sestina dei desideri

Nessun colpaccio e il montepremi si fa sempre più ghiotto

di Serafina Cascitelli

superenalotto2La febbre da jackpot inizia a farsi sentire. Fumata nera infatti per l’estrazione al Superenalotto di ieri che vantava un montepremi di circa 85 milioni di euro. La salute del superfortunato di questo giro comincia a essere a rischio aritmie ed extrasistoli. Un 5 di tutto rispetto per i 18 giocatori, che sono stati sull’orlo del collasso: salvati, consolati a dirla tutta, da 39mila euro. Meglio il Superstar che a 9 incollati al tg o al televideo ha portato un presente niente male di 40mila euro.

La dea bendata manda i suoi corteggiatori in bianco dal 22 agosto, data storica di un bacio mozzafiato da 148 milioni di euro, un 6 azzeccato con appena due euro a Bagnone, in Lunigiana.
E comincia l’ossessione dell’autunno che di nuovo vedrà gli italiani diventare maniaci dei pronostici. Qui due scuole di pensiero: il giocatore dall’approccio logico-matematico e quello che si affida al destino; più spendaccione forse il primo con complicati sistemi rispetto all’altro che, vegliato dai suoi avi o santi in paradiso, sfiderà, beffardo, la razionalità con appena 1 euro.

Il jackpot in palio non è caduto ancora, ma già si iniziano a tirare le somme rispetto al 2008 e Agicos (Agenzia Giornalistica Concorsi e Scommesse) dà i numeri: eguagliare la raccolta di ottobre 2008 era una “missione impossibile”, poiché si arrivò a 564,4 milioni di euro contro gli attuali 244 milioni. Tuttavia in termini di raccolta media mensile, il 2009 sembra segnare un andamento positivo con oltre 290 milioni di euro contro i 209 milioni del 2008. Merito della passione degli italiani per questo “gioco di sorte” e anche per ulteriori possibilità di gioco, poiché dal 1° luglio 2009 si può giocare online e tramite il cellulare.

Con calcolatrice e neuroni, quelli buoni, alla mano emerge che anche l’approccio più scientifico possibile è invece paradossale: si tratta di un gioco difficilissimo e azzeccare la sestina vincente ha una probabilità di 1 su 622.614.630 per ogni combinazione giocata, eventualità remota se per diventare santo bastano solo 20 milioni di tentativi. Ordinaria amministrazione avvistare un UFO con una possibilità su 3 milioni, pivelli quelli che si vantano di aver trovato un quadrifoglio: tutti trovano un quadrifoglio, basta fare appena 10mila tentativi. Senza dimenticare che è un gioco alquanto svantaggioso, dal momento che, messo in palio, è solo un terzo di tutte le somme giocate.

Eppure rischiare poco (quest’anno la giocata media ad oggi è di 2,69 euro) con una eventualità di vincita remota, ma non impossibile rappresenta proprio la molla che rende questo gioco sensazionale, perché cambia per davvero la vita se si vince, ma tutto resta uguale se si perde e niente sensi di colpa.

Non resta che festeggiare con un brindisi il vero vincitore che ci azzecca sempre e incassa la metà delle giocate ad ogni giro. Si tratta di un fortunatissimo? No, lo Stato.

Combinazione vincente del 31/10/2009: 13 – 16 – 41 – 49 – 58 – 76, Jolly 47, Superstar 23.

foto via Flickr

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews