Superbike, Misano: straordinario Biaggi in gara1; terzo Giugliano

Max Biaggi

Misano Adriatico – Si apre nel migliore dei modi la domenica della Superbike, che offre ai numerosi tifosi accorsi ad affollare prati e tribune una gara piena di colpi di scena, a cominciare dal podio. Difficile infatti pronosticare una vittoria di Max Biaggi e un secondo posto di Carlos Checa al termine della turbolenta superpole di ieri, che li ha visti entrambi eliminati dal secondo turno utile alla conquista del miglior riferimento cronometrico. Il Corsaro aveva però avvisato i suoi tifosi via Twitter: problemi nella comunicazione col box lo hanno lasciato molto amareggiato ma desideroso di riscatto. Detto fatto. Dopo una primissima fase di gara prudente, Max ha letteralmente cambiato marcia e sbaragliato la concorrenza.

Non da meno però il secondo posto di Checa, che, anzi, allo spegnimento del semaforo è stato costretto a partire persino più indietro del rivale al titolo iridato. Anche Carlos è stato però abilissimo nel cambiare volto alla sua corsa proprio al momento giusto. Buoni sorpassi e qualche difficoltà altrui hanno quindi permesso allo spagnolo di agguantare una seconda piazza utilissima in ottica iridata, soprattutto alla luce dello zero di Miller.

Vale quasi una vittoria anche il piazzamento sul podio di Davide Giugliano, acclamatissimo dagli spettatori del “Misano World Circuit Marco Simoncelli” nel corso delle tornate condotte da leader della corsa. In effetti, se Checa e Biaggi hanno dato spettacolo grazie alle loro tenaci rimonte, il più giovane pilota Ducati si è distinto per il carattere mostrato nel corso di una gara che lo ha visto tra i primi sin dalle primissime battute. Prima la lotta con Sykes e Rea, dunque la bagarre i due veterani di lungo corso che gli hanno strappato il sogno della vittoria.

Quarto posto per la Kawasaki di Tom Sykes, abile nel finale a guadagnare la posizione ai danni di Rea, a lungo al comando ma poi obbligato a cedere il passo dalla seconda metà di gara in poi. Il numero 65 della Honda è partito infatti molto bene ma, una volta guadagnato il comando del gruppo mettendo a segno la staccata vincente sul poleman Sykes, non è riuscito a conquistare margine sufficiente per mettersi al riparo dagli attacchi dei rivali nei giri conclusivi, quando la prestazione è andata in calo.

kids468x60

Davide Giugliano, a sorpresa sul podio in gara 1

Delude invece Marco Melandri, che chiude il primo appuntamento di giornata con la pista di Misano rimediando uno zero in classifica che pesa. Il pilota in BMW è stato il primo tra i big a riuscire a tornare nella top-five dopo la partenza da centro gruppo ma è parso poi, giro dopo giro, meno brillante ed efficace del solito. Fatale poi la toccata con Badovini: prima il lungo, poi il ritiro ai box. Doveroso, a questo punto, il riscatto in gara2.

Appuntamento con la seconda manche alle 15.30.

La classifica ufficiale di gara1:

01- Max Biaggi – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – 24 giri in 38’58.471
02- Carlos Checa – Althea Racing – Ducati 1198 – + 0.305
03- Davide Giugliano – Althea Racing – Ducati 1198 – + 4.503
04- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 8.858
05- Jonathan Rea – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 11.627
06- Chaz Davies – ParkinGO MTC Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 12.258
07- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 12.551
08- Sylvain Guintoli – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 13.561
09- Jakub Smrz – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 17.014
10- Leon Camier – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.361
11- Ayrton Badovini – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 20.029
12- Leon Haslam – BMW Motorrad Motorsport – BMW S1000RR – + 22.082
13- Maxime Berger – Team Effenbert Liberty Racing – Ducati 1198 – + 22.966
14- Michel Fabrizio – BMW Motorrad Italia GoldBet – BMW S1000RR – + 27.014
15- Matteo Baiocco – Barni Racing Team – Ducati 1198 – + 31.133
16- Hiroshi Aoyama – Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 31.719
17- John Hopkins – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 31.902
18- Niccolò Canepa – Red Devils Roma – Ducati 1198 – + 43.770
19- Leandro Mercado – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 55.071
20- Federico Sandi – Grillini Progea Superbike Team – BMW S1000RR – a 6 giri

Mara Guarino

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews