Superbike, Laguna Seca: doppia bandiera rossa e poi Sykes in gara1

Tom Sykes Superbike

Tom Sykes (eniracing.com)

Monterey, Stati Uniti – Lo spettacolo si fa attendere ma, dopo due bandiere rosse e altrettante ripartenze,  non manca l’appuntamento con la prima gara della Superbike. Ultimi giri infuocati con Tom Sykes che va a vincere mentre un generoso Melandri finisce fuori dal podio dopo che un tentativo – poco riuscito – di attacco ai danni del compagno di squadra Davies lo espone all’ormai classico sorpasso tra cordolo e tombino al Cavatappi da parte di Eugene Laverty. E sono appunto Davies e Laverty a festeggiare il podio con Sykes, mentre Marco vede allontanarsi sempre più le sue speranze iridate.

Gara sfortunata per Sylvain Guintoli, primo con margine al momento della prima interruzione e al comando anche in occasione del secondo stop. Il francese viene meno proprio nel finale e chiude solo quinto, permettendo a Sykes di allungare in classifica.

LA GARA – Scatta molto bene Sylvain Guintoli, che mantiene il comando provvisorio davanti a Tom Sykes. Niente male neppure Marco Melandri, balzato in terza piazza ma incalzato dal compagno di squadra Chaz Davies.

Davies infilza Melandri e si porta in terza posizione, mentre Guintoli sembra avere i numeri per poter guadagnare un piccolo margine sugli inseguitori. Primi giri all’attacco per Davies, che scavalca anche Sykes per poi essere però risuperato poco dopo. Nel frattempo, Laverty mette le sue ruote davanti a quelle di Melandri, complice una piccola sbavatura dell’italiano. A breve, il ravennate potrebbe vedersela anche con Davide Giugliano.

Tutto da rifare per Guintoli: una bandiera rossa dovuta alla caduta di Eslick obbliga a interrompere la corsa. Piloti costretti ai box mentre viene riparato l’air fence danneggiato. Si ripartirà per percorrere una distanza di venti giri con griglia aggiornata al giro antecedente lo stop.

Si riparte: di nuovo un buono spunto per Guintoli, che si trascina dietro Sykes e Melandri. Quarta piazza provvisoria per Eugene Laverty, che ha però Davies incollato alla ruota posteriore della sua Aprilia. Il gruppo si mantiene piuttosto compatto almeno sino alla sesta posizione di Davide Giugliano.

Piccolo rischio per Giugliano, che perde metri dai primi. Nel frattempo, Laverty è scavalcato da Davies, che rischia ora di diventare minaccioso anche per il compagno di squadra Melandri. Il sorpasso arriva puntuale dopo una brusca sbacchettata della BMW di Marco. Non è in effetti un bel momento per il ravennate, punzecchiato anche da Laverty. A terra Canepa, Haslam e Hayden.

Sylvain Guintoli Superbike

Sylvain Guintoli (eniracing.com)

Si sgranano le posizioni, con la coppia di testa Guintoli – Sykes piuttosto staccata da Davies, a sua volta ormai piuttosto avvantaggiato su Melandri. Nuova bandiera rossa! La corsa è sospesa. I piloti sono costretti al box in attesa di nuove istruzioni.

Il terzo start di questo sabato di gara, sempre con griglia aggiornata, sarà per una corsa di dodici giri complessivi. Importante quindi scattare bene e dare tutto sin dalle primissime curve. Missione centrata per le due Bmw, con Davies che si porta davanti a capitanare la truppa. Carena contro carena Sykes e Guintoli.

Prova a scappare Chaz Davies ma, per il momento, Melandri non sembra perdere troppo terreno. Vicini anche Guintoli e Sykes. Tenta l’affondo Sylvain ma Marco Melandri resiste costringendo Guintoli a rialzare sino a essere sopravanzato anche dallo stesso Sykes. L’italiano è molto più pimpante in questa sua terza corsa e prova infatti a infastidire il team-mate, che resta però davanti a tutti. Il gruppetto di testa è comunque piuttosto ravvicinato.

Sykes passa Melandri ed è secondo. Tocca ora a Tom impensierire Chaz Davies. Anche Guintoli passa nel frattempo il numero 33 che si riporta però lesto  davanti all’Aprilia. Vicinissimi Syks e Davies: Tom è pronto a sferrare l’attacco decisivo che arriva infatti a due giri dalla conclusione. Approfitta della scaramuccia Melandri, che si riporta sotto. Davies è un osso durissimo e, in un tentativo di sorpasso, Melandri finisce in realtà col perdere anche la posizione da Laverty, che gli strappa il podio.

La classifica ufficiale di gara1:

01- Tom Sykes – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 12 giri in 16’55.703
02- Chaz Davies – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 1.253
03- Eugene Laverty – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 2.454
04- Marco Melandri – BMW Motorrad GoldBet SBK Team – BMW S1000RR – + 2.650
05- Sylvain Guintoli – Aprilia Racing Team – Aprilia RSV4 Factory – + 3.430
06- Davide Giugliano – Althea Racing – Aprilia RSV4 Factory – + 3.584
07- Jules Cluzel – Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 9.134
08- Toni Elias – Red Devils Roma – Aprilia RSV4 Factory – + 11.252
09- Ayrton Badovini – Team Ducati Alstare – Ducati 1199 Panigale R – + 14.140
10- Mark Aitchison – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 17.830
11- David Salom – Kawasaki Racing Team – Kawasaki ZX-10R – + 18.010
12- Blake Young – FIXI Crescent Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 21.767
13- Michel Fabrizio – Pata Honda World Superbike Team – Honda CBR 1000RR – + 22.087
14- Federico Sandi – Team Pedercini – Kawasaki ZX-10R – + 32.837
15- Vittorio Iannuzzo – Grillini Dentalmatic SBK – BMW S1000RR – + 34.267
16- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 50.167

Mara Guarino

Foto homepage via: eniracing.com

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews