Sud Sudan: fuoco su aereo militare Usa. Feriti tre soldati

L'aereo militare colpito nel Sud Sudan era impegnato in operazioni di evacuazione di cittadini americani

sud sudan conflitto

Continui e violenti scontri armati sconvolgono il Sudan (dirittodicritica.com)

Roma – Continua a essere piuttosto alta la tensione nel Sud Sudan. Questa mattina un aereo militare americano è stato colpito in volo, mentre era impegnato a sorvolare Bor, la cittadina che sorge nello Stato di Jonglei.

EVACUAZIONI IN CORSO – I militari a bordo si stavano occupando delle operazioni di evacuazione dei connazionali, in una zona in cui ormai scontri e violenza sono all’ordine del giorno. L’aereo è stato raggiunto da alcuni spari, partiti proprio da terra: l’intenzione era senza dubbio quella di uccidere le persone che si trovavano a bordo. Una volta colpito, il velivolo ha dovuto invertire la propria rotta, e così ha quindi proseguito alla volta dell’Uganda, per raggiungere Kamapala.

I soldati rimasti feriti sono ora sottoposti a precise cure. I tre militari si troverebbero ricoverati a Nairobi, in Kenya. A riferire queste informazioni è stato direttamente il Dipartimento delle Difesa americano: tra i feriti ci sarebbe un soldato in condizioni piuttosto gravi.

FAIDE ETNICHE – Ogni giorno ormai si contano senza sosta le continue morti per un conflitto che divide diverse etnie. La preoccupazione degli Usa, ma anche dei Paesi europei cresce di ora in ora, anche alla luce del recente attacco armato a una base Onu nei giorni scorsi. Intanto gli Usa si preparano a mandare proprio in Sud Sudan un proprio inviato speciale, al quale è affidato l’arduo compito di mediare tra le diverse fazioni. Sarà piuttosto arduo predisporre un tavolo di trattativa tra parti che sembrano ben lontane da mettere la parola fine ai contrasti. Da un lato c’è chi parteggia per l’attuale presidente Salva Kiir, chi invece sostiene ancora il suo ex vice Riek Machar, destituito dal proprio ruolo lo scorso mese di luglio. Insomma in questo scenario, sembra piuttosto difficile trovare una soluzione nel breve periodo, e intanto molti innocenti continuano a perdere la vita.

Angela Piras

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews