Studiare la storia? E’ più bello attraverso i grandi film

L'edizione 2009-2010 di "Cinema&Storia"

Roma – Ci possono essere modi e strumenti nuovi per avvicinare i ragazzi allo studio e alla conoscenza della storia italiana del secolo breve, ed uno di questi può passare attraverso un altro straordinario e ricco mondo: quello del cinema.

È con questo connubio cinema e storia che partirà domani la II edizione di un progetto che, dopo il successo dello scorso anno, tornerà ad interessare le scuole della Capitale e della provincia. Promossa dalla Provincia di Roma, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche della Scuola, il Progetto Storia e Memoria, l’Associazione Giornate degli Autori, Cinecittà Luce e il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’iniziativa guiderà gli studenti attraverso la visione di immagini a colori e in bianco e nero che, proiettate sul grande schermo, hanno saputo raccontare il Novecento italiano.

Per l’inaugurazione all’Auditorium della Conciliazione non si poteva che scegliere – dopo il saluto del Presidente della Provincia Nicola Zingaretti, del curatore Fabio Ferzetti e di altre autorità in rappresentanza degli enti coinvolti – un focus sul film Roma città aperta di Roberto Rossellini. Alla nascita di questo capolavoro cinematografico, e al clima di quegli anni, è stato dedicato dallo sceneggiatore  Ugo Pirro un libro (Celluloide, 1983), da cui nel 1996 fu tratto l’omonimo film  girato da Carlo Lizzani e interpretato da Massimo Ghini: i due saranno martedì 16 novembre a colloquio con i ragazzi, in un incontro coordinato dall’attrice Veronica Pivetti.

Altri importanti nomi  – da Ettore Scola ai fratelli Taviani – interverranno a corollario di questa prima proiezione che aprirà il ciclo delle pellicole scelte per l’edizione 2010-2011: I vitelloni di Federico Fellini (1953), Accattone di Pier Paolo Pasolini (1961), Salvatore Giuliano di Francesco Rosi (1962), Il gattopardo di Luchino Visconti (1963), Una giornata particolare di Ettore Scola (1977) e Padre padrone di Paolo e Vittorio Taviani (1977).

Ma la visione dei film non sarà l’unico modo con cui gli studenti potranno conoscere la grande storia grazie al cinema. Lungo l’anno scolastico verranno forniti utili materiali aggiuntivi curati dalla regista Giuliana Gamba, coordinatrice del progetto “Cinema&Storia”, ci saranno delle Giornate con gli Autori, mentre tra dicembre e febbraio si svolgeranno tre incontri di avvicinamento al linguaggio cinematografico e alla storia del cinema: questi vedranno coinvolti anche gli insegnanti, chiamati a guidare i ragazzi nella discussione sui film e nella preparazione di elaborati e lavori da presentare il prossimo maggio, in fase di conclusione del progetto.

Grazie al cinema, la storia non è mai stata così piacevole da scoprire!

Laura Dabbene

FOTO via/ http://www.activitaly.it; http://www.amalarte.com/

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews