Strisce blu a Roma, aumento tariffe bocciato dal Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato ha confermato l'orientamento già espresso dal Tar, bocciando l'aumento delle tariffe per i parcheggi con le strisce blu a Roma

strisce blu

Bocciato l’aumento delle strisce blu, il Consiglio di Stato conferma l’orientamento del Tar (foto: fanpage.it)

Il Consiglio di Stato ha bocciato oggi gli aumenti delle tariffe per i parcheggi con le strisce blu decisi dal Comune di Roma e già annullati dinanzi al Tar del Lazio. Lo riporta un comunicato del Codacons, citato dall’agenzia di stampa Adnkronos, secondo cui «la V sezione del Consiglio di Stato, presidente Mario Luigi Torsello, relatore Antonio Amicuzzi, ha emesso una sentenza sul ricorso d’appello promosso da Roma Capitale con la quale boccia l’incremento della tariffa per la sosta da 1 euro a 1,50 l’ora». A motivare il Consiglio di Stato, prosegue la nota, sarebbe stato il mancato sviluppo, da parte dell’amministrazione comunale, di misure «adeguate  e contemporanee misure di sviluppo del trasporto pubblico».

ACCOLTE TARIFFE AGEVOLATE – I giudici del Consiglio di Stato hanno invece accolto le tesi dell’amministrazione comunale per quanto riguarda l’eliminazione delle tariffe agevolate mensili e giornaliere per le strisce blu, a condizione che tali misure vengano accompagnate da misure transitorie  che ne limitino l’impatto sull’utenza. «L’Amministrazione – prosegue il Codacons citando la decisione del Consiglio di Stato –  in un approccio olistico alla rilevante e complessa problematica, non potrà non contemperare la sospensione delle agevolazioni tariffarie giornaliere e mensili, eventualmente attraverso previsioni di segno transitorio o a termine, con il progressivo raggiungimento degli obiettivi del nuovo Piano generale del traffico urbano di Roma».

CONFERMATA LA POSIZIONE DEL TAR – Il Consiglio di Stato ha così confermato la posizione tenuta lo scorso marzo dalla seconda sezione del Tar del Lazio, di fronte al quale l’allora assessore alla Mobilità e ai Trasporti di Roma Capitale, Guido Improta, aveva dichiarato l’intenzione di presentare ricorso. Un orientamento simile a quello manifestato dal suo successore Stefano Esposito, che lo scorso ottobre aveva firmato una delibera per aumentare il costo orario dei parcheggi con strisce blu a un euro e cinquanta centesimi l’ora, eliminando al contempo le strisce bianche all’interno della fascia 1, ovvero quella parte della città racchiusa all’interno delle mura aureliane.

 

Carlo Perigli

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews