Strage in America: licenziato uccide quattro colleghi e poi si suicida

Polizia in Minnesota (tmnews.it)

Washington – L’ennesima strage di innocenti colpisce gli Stati Uniti d’America. Questa volta il teatro è la città di Minneapolis in Minnesota. Il killer è un ex dirigente dell’azienda Accent Signage Systems, specializzata in segnaletica per disabili. L’uomo è entrato in ufficio e ha aperto il fuoco uccidendo 4 persone e ferendone 3, prima di suicidarsi.

Il Minnesota, nel Midwest, è uno degli stati che ha maggiormente sofferto la crisi di questi anni ed è proprio dovuto alla disperazione di un licenziamento che è avvenuta la sparatoria di oggi.

L’uomo era stato licenziato nella mattinata di ieri e sarebbe tornato sul posto di lavoro per vendicarsi: lo scrive la stampa locale, precisando che tra le vittime c’é anche l’ex datore di lavoro. I tre feriti sono “in condizioni critiche”, tra loro ci sono due dirigenti dell’azienda, che occupa circa 28 dipendenti. Dopo aver esploso almeno cinque colpi, probabilmente con un fucile, il killer, che sarebbe un uomo di 36 anni, già noto alla polizia si è sparato alla testa.

L’America possiede 300 milioni di armi da fuoco tra pistole e fucili consentite dalla legge e detiene il record per numero di sparatorie di massa risultate fatali per poveri innocenti. Non è di molte settimane fa la strage in un cinema alla prima di Batman, eppure nessuno ancora oggi negli Usa si sente di mettere in discussione la legge che garantisce a qualsiasi maggiorenne l’acquisto libero di armi da fuoco.

Davide Lopez

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews