Strage di Denver. James Holmes: “Io sono il Joker”

L'attentatore James Holmes

DENVER (USA) – All’indomani della terribile strage nei pressi di una sala cinematografica di Aurora, nei pressi di Denver (Colorado, USA), macabra azione che ha visto la morte di 12 persone e il ferimento di altre 58, mentre sullo schermo scorrevano le immagini in anteprima del terzo ed ultimo capitolo della controversa e, a tratti, veramente sfortunata (certo non in termini di botteghino) saga del Cavaliere oscuro Di Christopher Nolan, emergono ulteriori ed agghiaccianti aggiornamenti.

In primo luogo, un funzionario della polizia di New York, Raymond Kelly, ha rivelato un consistente dettaglio, seppur non ancora confermato dalle autorità di Denver. Il giovane assassino, il ventiquattrenne James Holmes, per commettere il suo efferato crimine, si sarebbe dipinto i capelli di rosso e avrebbe affermato di essere il Joker (personaggio antagonista del capitolo precedente della saga di Nolan, interpretato da Heath Ledger, deceduto sul finire delle riprese di quella stessa pellicola).

Stando a quello che comunica Kelly, questa informazione deriverebbe dal rapporto di un collega, del quale, però, non ha rivelato il nome. Dan Oates, capo della polizia di Denver, non ha comunque confermato l’informazione ma ha ammesso di aver parlato con lo stesso Kelly, con il quale collaborava abitualmente in quel di New York.

Quello che è certo, invece, è che Holmes continua ad essere definito come un «ragazzo timido, un tipo strano, troppo solitario» dai suoi conoscenti, in particolare i suoi vicini di casa. Il giovane è un ex studente di medicina presso la University of Colorado di Denver, dottorando in neuroscienze, percorso di studi dal quale, comunque, si è ritirato circa un mese fa.

Holmes è stato fermato mentre tentava di raggiungere il parcheggio del centro commerciale all’interno del quale era ubicata la sala della strage. Si esclude, al momento, la possibile presenza di un complice. Indagando sui precedenti del giovane, gli unici precedenti rinvenuti consistono in una semplice multa. Nel frattempo, la famiglia dell’assassino ha espresso il suo cordoglio: «I nostri cuori vanno a coloro rimasti coinvolti nella strage di Denver». Tutti i parenti del giovane rimangono a piena disposizione delle indagini ma chiedono ai media il rispetto della privacy.

I corpi speciali, inoltre, hanno esaminato a fondo il centro commerciale rinvenendo tre armi con cui, evidentemente, è stata compiuta la strage. Ha espresso il suo cordoglio anche il presidente Obama, il quale ha ordinato bandiere a mezz’asta in segno di lutto nazionale fino al 25 di luglio: «In questi momenti bui e di sfida – sostiene il presidente – dobbiamo ritrovarci insieme come un’unica famiglia americana. Ognuno di noi deve avere la gente di Aurora nei propri pensieri e nelle proprie preghiere mentre affronta la perdita di familiari, amici e conoscenti. Dobbiamo stare tutti uniti con loro nelle prossime ore e nei prossimi giorni».

Da parte sua, il governatore del Colorado, John Hickenlooper, sottolinea: «Questa è l’azione di una mente squilibrata. Questa è una città sicura, uno stato sicuro, un Paese sicuro». Nel frattempo, la Warner Bros (casa di produzione del film) ha annullato l’anteprima francese. Il regista Christopher Nolan ha definito la strage come «un evento insopportabile e selvaggio». «Parlando a nome del cast e dello staff – prosegue Nolan – voglio esprimere il nostro profondo dolore per questa tragedia senza senso che ha colpito l’intera comunità di Aurora».

(Foto: rainews24.it / oggi.it)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews