Strage di animali selvaggi in Ohio: abbattuti dalla polizia circa 50 esemplari

Gli avvisi lungo le strade: "Caution Exotic Animals"

ZANESVILLE (Ohio) – In poche ore le strade di un piccolo centro dell’Ohio settentrionale si sono trasformate in terra di caccia, e mattanza, per una cinquantina di animali selvaggi.

Martedì pomeriggio nella contea di Muskingum, a seguito della segnalazione alla polizia dell’avvistamento di tigri, orsi e leoni tranquillamente a zonzo, era scattata l’allerta. Matt Lutz, lo sceriffo, ha raccontato di aver contato quasi 60 animali, tutti fuggiti dalla riserva privata di Terry Thompson, personaggio noto alle forze dell’ordine e alla giustizia per aver avuto in passato qualche guaio legale proprio in virtù della sua ‘passione’ per le belve feroci e gli animali esotici. L’uomo avrebbe aperto le gabbie e liberato il suo ‘zoo’ privato prima di togliersi la vita con un colpo di pistola, forse a seguito dell’abbandono da parte della moglie, non molto tempo fa.

«La riserva ci dava problemi da anni.  Spesso ricevevamo lamentele e più volte abbiamo fatto delle ispezioni»: queste le dichiarazioni dello sceriffo che ricorda i molteplici fastidi causati da quella ‘savana’ privata.  Un giornale locale nel 2009 parlò di un’incursione addirittura dell’FBI .

Ma a pagare sono stati soprattutto, senza avere colpe, le 18 splendide tigri del Bengala e le decine di animali tra lupi, leoni e ghepardi abbattuti di necessità dalla polizia: soltanto 6 sono stati catturati ancora vivi. Gli agenti hanno cercato in qualche caso di sedare gli animali con i tranquillanti per non essere costretti ad ucciderli, ma molte bestie erano come impazzite e in preda al panico, almeno una è stata investita da un’auto. Per agevolare le operazioni ed evitare incidenti le scuole erano state chiuse, gli abitanti invitati a non uscire di casa e lungo le strade della regione diffuso un messaggio d’allerta “Attenzione agli animali esotici”.

E’ polemica però tra gli animalisti, soprattutto perchè alcuni impiegati dello zoo di Columbus, intervenuti durante le operazioni, hanno detto di aver visto i poliziotti sparare a vista. Su questo punto è stato ancora lo sceriffo Lutz ad intervenire: «Non potevamo pemettere che gli animali corressero in libertà per la città. Non avevamo abbastanza siringhe per addormentarli tutti e la situazione era esplosiva. Non avevamo altra scelta che ucciderle prima che aggredissero le persone».

Redazione

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews