Stop a mozziconi di sigaretta in strada: al vaglio una legge specifica

Mozziconi di sigaretta

Mozziconi di sigaretta

È una scena cui ormai siamo tutti abituati: ci troviamo in strada, davanti a noi c’è il signore che ha appena terminato di fumare la sigaretta e con fare disinvolto getta a terra il mozzicone. Lo schiaccia col piede, e via, prosegue il cammino. Aldilà del danno, ampiamente conosciuto, che il fumo procura alla salute, non si immagina quale minaccia la “cicca” di sigaretta rappresenti per l’ambiente. È una bomba ecologica, in grado di rilasciare nell’aria, nell’acqua e nel suolo sostanze nocive come nicotina, benzene e gas tossici. Forse una proposta di legge potrà arginare l’impatto ambientale dei mozziconi di sigaretta, attraverso un’appropriata raccolta differenziata.

I MOZZICONI: BOMBE ECOLOGICHE – La bozza di legge, depositata lo scorso 3 luglio dalla deputata Francesca Businarolo, in realtà ripresenta una questione, quella della dispersione di mozziconi, già sollevata in precedenti proposte entrate in Parlamento. Perché la cosa è seria: secondo i dati dell’Istituto superiore di Sanità (ISS), ogni giorno in Italia si fumano ben 140 milioni di sigarette, che diventano 51 miliardi all’anno. E attraverso i mozziconi di sigaretta, abbandonati per lo più per strada, ma anche nei campi o sulle spiagge, ogni anno vengono dispersi nell’ambiente qualcosa come 324 tonnellate di nicotina, 1.800 tonnellate di composti organici volatili, tra cui benzene, insieme a gas tossici, catrame condensato e Polonio-210, un elemento radioattivo. Fa effetto pensare che le cicche rappresentano ben il 37% dei rifiuti che si trovano nel Mar Mediterraneo.

LA PROPOSTA DI LEGGE – La proposta di legge della Businarolo obbliga i Comuni a installare entro dicembre 2014, sia nelle strade che nei luoghi di alta aggregazione sociale, contenitori per la raccolta differenziata dei mozziconi di sigaretta, che saranno poi sottoposti a uno specifico trattamento di smaltimento. Le risorse per questo adeguamento saranno raccolte attraverso l’aumento delle imposte sui tabacchi.
I fumatori non potranno fingere di non sapere: i produttori infatti avranno l’obbligo di stampare sulle confezioni un simbolo che indica il divieto di gettare i mozziconi in raccoglitori diversi da quelli segnalati. Anche i rivenditori di “bionde” dovranno evidenziare in modo ben visibile l’obbligo della raccolta differenziata dei mozziconi. E chi viene colto in flagrante nell’atto di gettare a terra la cicca, viene punito con una multa che va da 100 a 500 euro.

mozziconi di sigaretta

Poncho realizzato con mozziconi di sigaretta

UN PONCHO FATTO DI MOZZICONI – Rispetto al problema della dispersione di mozziconi, c’è chi ha proposto soluzioni diverse: l’azienda americana TerraCycle, ad esempio, ha pensato di riciclarli, ricavandone oggetti di vario tipo, come panchine, vasi, traversine ferroviarie. Punto di forza del programma sono le cosiddette “brigate”,  gruppi di utenti che, dietro retribuzione, si mettono all’opera per raccogliere, inscatolare e spedire i rifiuti all’azienda.
Potrebbe sembrare bizzarro, ma c’è anche chi i mozziconi di sigaretta li “indossa”: la stilista cilena Alexandra Guerrero ha creato una linea di abbigliamento in cui le fibre ricavate dalle cicche, opportunamente sterilizzate, sono mescolate con filato di lana.
Ma senza arrivare a tanto, basterebbe davvero un po’ di buon senso tra i fumatori: sarebbe già tanto se anziché gettare la cicca a terra o peggio ancora dal finestrino della macchina, la spegnessero e la buttassero  nella spazzatura. Nell’attesa che la proposta normativa diventi una legge a tutti gli effetti.

Valeria Nervegna

foto: roero-illuminazione.it – modavera.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews