Stefania Prestigiacomo lascia il PdL: «Sono disgustata»

Stefania Prestigiacomo, due volte ministro nei governi Berlusconi

Roma – Dopo le parole di Gianfranco Fini, che ha definito l’ex premier Silvio Berlusconi «un corruttore», arriva un’altra tegola, quasi uno schiaffo morale, nella casa del centro-destra. L’ex ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, che fu anche ministro delle Pari Opportunità nel corso del Governo Berlusconi II e III (dal 2001 al 2006), ha annunciato di aver dato l’addio al partito di Berlusconi, che compie quest’oggi 76 anni.

«Un partito inesistente, con gruppi di potere che passano il tempo a litigare, senza traccia del sogno berlusconiano e del quale mi sento disgustata». Queste sarebbero state, a grandi linee, le dichiarazioni dell’imprenditrice di Siracusa, entrata in parlamento 18 anni fa proprio grazie al primo esperimento politico di Berlusconi, Forza Italia.

Dal 15 aprile del lontano 1994 ad oggi, la Prestigiacomo non ha mai avuto un buco nella sua carriera parlamentare, eletta per cinque volte alla Camera dei Deputati e per due (tre, se si considera il doppio incarico di Berlusconi nella XIV legislatura) volte ministro, la prima delle quali all’età record, per gli standard italiani, di 34 anni.

La defezione dell’ex ministro è solo la prima di una lunga serie di addii, una sorta di emorragia continua e inarrestabile che ha avuto inizio già durante il quarto esecutivo Berlusconi, e che ha raggiunto il suo punto massimo con la scissione degli ex-Alleanza Nazionale, confluiti in Futuro e Libertà per l’Italia. Ad abbandonare Berlusconi, tra la fine dello scorso anno e quest’anno, sono stati anche personaggi quasi insospettabili, fedelissimi del Cavaliere, persone come Gabriella Carlucci (sorella della presentatrice tv Milly, che lavorò per la Fininvest nel 1983 e nel 1987), passata nelle file dell’Udc di Pierferdinando Casini, e Giulio Tremonti, il ministrissimo dell’Economia.

Le affermazioni di Silvio Berlusconi nel corso della presentazione del libro di Giuliano Ferrara duramente contestate dal governo tedesco, la pubblicazione di una lettera da parte di Lavitola che riassume bene i traffici ben poco onesti tra lui e l’ex-premier, lo scandalo dei fondi regionali, le dimissioni di Renata Polverini, ora l’addio della Prestigiacomo. Non solo in Italia, ma anche nel PdL, c’è aria di crisi profonda.

Stefano Maria Meconi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

9 Risponde a Stefania Prestigiacomo lascia il PdL: «Sono disgustata»

  1. avatar
    ciro 29/09/2012 a 16:41

    CHE BELLO ABBONDONARE…la nave prima che affondi completamente…..e “METTERSI IN SALVO” su quella galleggiante!! …peggio di SCHETTINO!!! DIMETTITI da ogni incarico politico e VATTENE A CASA…che gli Italiani di gente come te NON SA CHE FARSENE!!!!!!!

    Rispondi
    • avatar
      Flavio da Galarà 30/09/2012 a 15:10

      Hai ragione, se lasci devi andare a casa, non in un altro partito…aveva ragione la Lega Nord ma, tutti hanno votato contro! Per forza, una volta che sei lì, se non ti va bene un partito, passi ad un altro mattendolo in c**o ai tuoi elettori!!!

      Rispondi
    • avatar
      Giancarlo Moretti 30/09/2012 a 16:53

      Non e’ che se uno vede che vive nel guano ci deve stare per forza, anche se e’ vissuta per anni nel guano di quel partito la cosa non va in usocapione.In oltre date le rivelazioni e le ultime novita’ propio in merito al cavaliere penso che nemmeno con la maschera antigas si puo’ vivere in un posto simile. Quello che poi ha fatto e detto berlusconi negli ultimi tampi ha denotato un peggioramento delle sue capacita’, pur essendo fuori dal governo. Angelino alfano: una valletta,La candidatura di Emilio Fede col PDL ( notizia dell’ultima ora ),La sparata sull’uscita della germania dall’euro, e il caso fini. E tutto questo stando ai margini della politica. Pericoloso per lui e per gli altri. Quanto a quelli che lasciano il pdl rimanendo in parlamento, e giusto che se ne vadino per sempre. Troppo facile lasciare il partito e non la carica. E’ come dimettersi da un azienza pretendendo ugualmente lo stipendio.

      Rispondi
  2. avatar
    Ferdinando 30/09/2012 a 14:56

    Meglio tardi che mai, la Stefania Prestigiacomo dopo tanto tempo ha finalmente capito che stare nel PDL non è più il caso il partito e alla deriva, vuoi fare veramente politica e bene cerca di voler stare veramente vicino ai cittadini e non seduta in comode poltrone a Montecitorio.

    Rispondi
  3. avatar
    piero 30/09/2012 a 15:54

    Quando la nave affonda, i primi a scappare sono i topi, o le tope come si suol dire

    Rispondi
  4. avatar
    saverio 30/09/2012 a 16:08

    Lei è “disgustata” dal PDL?? Ed io, allora? Dovrei forse attuare una terapia d’urto contro i conati di vomito che il nano è la sua banda mi hanno causato negli ultimi 20 anni?
    Quanto al “sogno berlusconiano” è davvero esilarante che lei ed altri del PDL si lamentino di non averlo realizzato…Forse non hanno capito che l’essenza autentica di questo “sogno” è sempre stata unicamente la licenza di essere ladri, evasori, corruttori e mafiosi, di farsi i propri sporchi comodi in santa pace e farla franca…tanto ci sono sempre milioni di polli da spennare ed ai quali far pagare di tutto e di più! A me sembra che questo sogno, con la colpevole complicità di milioni d’italiani, si asempre stato perfettamente realizzato!

    Rispondi
  5. avatar
    hei_2010 30/09/2012 a 17:02

    Se ne accorgono soltanto adesso che la pentola del PDL è scoperchiata… della guerra tra bande e della inconsistenza politica di questo schieramento, il PDL, (badate bene non di destra ma esclusivamente costruito per curare propri interessi privati). Secondo me va impedito, con il voto! a tutti coloro che bene o male hanno fatto parte di quello schieramento politico di non calcare più le scene politiche di questo Paese.
    hei_2010

    Rispondi
  6. avatar
    pippo 30/09/2012 a 17:47

    a scema solo tu sei disgustata figura cosa dicono gli italiani dovete tutti sparire dalla faccia della terra vi dovete carbonizzare tutti i politici????

    Rispondi
  7. avatar
    mocio 01/10/2012 a 10:14

    sono cadute le fette di prosciutto alla signora Prestigiacomo. viva la ITALIA

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews