Spring Alive: lo spettacolo della migrazione davanti ai tuoi occhi

spring alive

Piccole birdwatchers – Foto Archivio Spring Alive-Lipu

Non è per forza necessario il binocolo: se vuoi aiutare a tracciare l’arrivo della primavera attraverso l’avvistamento dei primi uccelli migratori, ti basta affidarti all’osservazione a occhio nudo e tendere attentamente l’orecchio ai suoni intorno a te. Non è indispensabile essere un professionista della natura, ma un’infarinatura sui caratteri distintivi di alcune specie di uccelli, quella sì, la devi avere. Sono questi gli ingredienti più importanti per partecipare a Spring Alive, il progetto di birdwatching di Lipu BirdLife International, di cui Chiara Manghetti, responsabile nazionale LIPU per i settori Educazione e Formazione, è coordinatrice nazionale.

GLI UCCELLI CHE ANNUNCIANO LA PRIMAVERA – L’obiettivo di Spring Alive, quest’anno all’ottava edizione, è quello di scoprire un po’ di più sul fenomeno della migrazione e sulle rotte migratorie. Fonte delle informazioni sono gli avvistamenti di alcune specie chiave che con il loro ritorno dall’Africa nei nostri cieli annunciano, come da tradizione, la primavera: rondine, rondone, cuculo, cicogna bianca e gruccione. L’analisi dei dati raccolti su più anni consentirà di rivelare delle tendenze nei cambiamenti delle date di arrivo di alcune specie, mostrando possibili connessioni tra queste variazioni e i cambiamenti climatici. Il bello è che ognuno di noi può essere protagonista del progetto, registrando in internet i primi avvistamenti di migratori e partecipando alla realizzazione di una Carta della primavera in Europa.

TUTTI POSSONO PARTECIPARE A SPRING ALIVE – «È un progetto aperto davvero a tutti – spiega Chiara – alle scuole e alle famiglie, ai giovani e agli anziani dei paesi di tutta Europa e parte del Medio Oriente. La partecipazione aumenta di anno in anno perché piace l’idea di essere parte di un progetto comune che unisce allo stesso tempo tanti paesi, proprio perché le rotte migratorie non guardano ai confini, non sono legate a una sola regione o a un solo continente, coprono territori molto estesi. Il numero di avvistamenti registrati ogni anno sul sito web si aggira intorno ai 200 mila. La Russia si distingue per il più alto numero di migratori avvistati, ma anche l’Italia si piazza bene: l’anno scorso ha registrato oltre 60 mila avvistamenti».

Finora sono state avvistate le prime cicogne in Sicilia. Le altre specie si fanno attendere un po’ di più, devono finire di prepararsi al faticoso viaggio lungo migliaia di chilometri che dalle regioni africane li porterà in Centro e Nord Europa, verso luoghi più generosi di cibo e più adatti per la riproduzione.

Le informazioni raccolte finora sono tante, ma non sono sufficienti per spiegare appieno i nessi tra cambiamenti climatici e migrazione. Per questo, bisognerà aspettare qualche anno. Ma la forza del progetto è che rappresenta un formidabile strumento di sensibilizzazione delle persone sui temi della tutela ambientale. «Il tema dei migratori, ad esempio, si intreccia strettamente con il problema del bracconaggio – riprende Chiara. – Quello che vogliamo far capire è che questa pratica illegale ha pesanti ripercussioni a livello globale, perché non solo si uccidono singoli individui, ma si  interrompe bruscamente l’intero flusso migratorio, impedendo ai migratori di raggiungere i paesi di destinazione».

Spring Alive

Gruccione – Foto Archivio Spring Alive-Lipu

23 MARZO A ROMA: LANCIO UFFICIALE DI SPRING ALIVE 2014 – Chiara Manghetti il progetto lo ha seguito dal suo nascere. E la sua più grande soddisfazione è toccare con mano l’entusiasmo e il coinvolgimento emotivo di quanti partecipano all’iniziativa. «Ricordo ancora con tenerezza quando una persona anziana ci ha contattato tutta preoccupata perché non si era ancora fatta vedere la rondine che ogni anno tornava a occupare lo stesso nido nel suo giardino. Quell’anno tardava, e lei l’aspettava con impazienza, come se si trattasse dell’attesa di un parente».

Il 23 marzo a Roma, in occasione della Maratona, sarà lanciato ufficialmente Spring Alive 2014. Ma già da ora è bene scrutare i cieli.

E non pensiamo di dover per forza andare in campagna, per fare avvistamenti significativi. Con un po’ di pazienza, anche in città, anche nel punto più cementificato, se apri la finestra, un rondone prima o poi riuscirai a vederlo. E allora assaporerai il piacere delle piccole cose, e un po’ di primavera, assicura Chiara, la sentirai sbocciare anche dentro di te.

Valeria Nervegna

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews