Spread sotto quota 400, in attesa dello scudo

Mario Draghi, presidente della BCE

Francoforte – In attesa delle decisioni definitive della BCE, lo spread – l’ormai noto differenziale tra Btp e Bund – è sceso sotto quota 400, assestandosi in tarda mattinata attorno ai 390 punti base. Si tratta del minimo da maggio scorso e testimonia le forti speranze nelle misure che emetterà nel pomeriggio la Banca Centrale Europea, volte a limitare ancora il proliferare di questo differenziale.

Ne traggono giovamento anche le borse: tutte al rialzo le principali piazze di scambio, a partire da Milano che attorno alle 12.00 segnava un +1.3% del Ftse Mib. Madrid, la migliore della mattinata, era addirittura a +1.86%, seguita da Francoforte +1,38%, Parigi +1,15% e Londra +0,7%.  Anche l’euro in leggera ripresa, scambiato a 1.2619 con il dollaro.

Sulla sorte definitiva di questa giornata peseranno moltissimo le decisioni che prenderà oggi la BCE, guidata da Mario Draghi. Se il presidente punta a un piano d’emergenza che consenta acquisti illimitati dei titoli di stato dei paesi presi di mira dalla speculazione sui loro titoli di stato, ieri è giunto lo stop di Angela Merkel, che si sarebbe detta contraria e chiederebbe maggiori garanzie e maggiori vincoli sia per l’attivazione di questo scudo anti-spread, sia garanzie sulle riforme delle nazioni che sarebbero coinvolte. Un vero braccio di ferro tra differenti visioni del sistema economico dell’Unione e della solidarietà tra stati europei, che si combatte sulle diverse clausole di questo sistema.

In una giornata che potrebbe essere positiva, a ridurre il sospiro di sollievo dell’Italia ci pensa l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che rivede al ribasso la proiezione del Pil italiano. Dall’analisi di maggio, che ci poneva a -1.7%, siamo scesi a -2.4%, anche a causa dell’intensificarsi della crisi in zona-euro, crisi che minaccia fortemente l’intero assetto economico globale. Proprio per questo l’Ocse ha ribadito l’invito alla Bce per un sostegno saldo ai paesi in difficoltà.

Andrea Bosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews