‘Spielberg ha ucciso un triceratopo’: in 30 mila condividono la bufala

La clamorosa burla di Jay Branscomb: pubblica una foto di Spielberg accanto a un triceratopo 'morto' e scattano le condivisioni degli animalisti indignati

spielberg-triceratopo-facebook-jay-branscomb

La foto condivisa da Jay Branscomb: Steven Spielberg accanto a un triceratopo sul set di Jurassic Park

Le bufale a volte sono ben ingegnate, tipo quella disgustosa di qualche giorno fa che ha coinvolto suo malgrado lo shampoo Nivea abbinato ad un vomitevole fotomontaggio. Ma se oltre 30 mila persone condividono indignate una foto di Steven Spielberg accanto a un triceratopo, con una didascalia che lo addita come assassino di animali da smascherare e ricoprire di vergogna, allora qualcosa davvero non va. Nel modo di relazionarsi ad internet, nelle conoscenze cinematografiche o, ancora peggio, nella cultura di base.

LA BURLA DI JAY BRANSCOMB - Ebbene sì: Jay Branscomb, creatore di meme (immagini sarcastiche virali) americano, ha condiviso il 6 luglio sul suo profilo Facebook una foto eloquente. Un uomo – senza indicarne il nome – seduto sorridente accanto al suo “trofeo di guerra”: un triceratopo (questo sì, chiamato esplicitamente per nome). Jay condivide la foto con la seguente didascalia: “la vergognosa foto di un cacciatore per divertimento, che posa felice accanto al triceratopo che ha appena massacrato. Per favore condividete, affinché il mondo possa dare un nome a quest’uomo e ricoprirlo di vergogna“. Jay vuole provocare una reazione con una bufala fin troppo sfacciata per poter essere vera. Il volto di Steven Spielberg è riconoscibilissimo. Jurassic Park l’hanno visto tutti, o ne hanno almeno sentito parlare. Ma, soprattutto, il triceratopo è un dinosauro e si è estinto più di 60 milioni di anni fa. È impossibile che qualcuno ci possa cascare. E invece…

Il post di Jay Branscomb condiviso da oltre 30 mila persone

Il post di Jay Branscomb condiviso da oltre 30 mila persone

E invece la condivisione selvaggia parte. Prima lentamente, da parte di qualche burlone che conosce Jay Branscomb e prova a dargli manforte. Poi arrivano i distratti, quelli che scambiano il dinosauro per un rinoceronte (leggere la didascalia no?). Poi arrivano gli animalisti che non conoscono gli animali, i detrattori della caccia che non sono al corrente dell’estinzione dei dinosauri, quelli che non sanno chi sia Spielberg e in tv guardano solo il Big Brother, e parte il delirio. Quasi 6 mila commenti e oltre 32 mila condivisioni, più delle metà delle quali sono di reale indignazione per l’accaduto.

SPARISCE IL CONFINE TRA TROLLING E INDIGNAZIONE - Il post fa il giro del mondo e le reazioni sono tra il divertito (da parte di chi in prima elementare non giocava a figurine) e l’inorridito (da parte di chi adesso dovrebbe guardare almeno 12 volte consecutive Jurassic Park, backstage incluso). Le reazioni si mescolano e il confine tra il vero orrore e il trolling più spinto diventa indistinguibile. Mentre la macchina virtuale di internet continua a produrre condivisioni inconsapevoli, da parte di chi magari non ha neanche guardato bene la foto, ma condivide per partito preso in maniera meccanica.

spielberg-triceratopo-branscomb

L’altra foto pubblicata da Jay Branscomb: Spielberg a cavallo di un altro animale “ucciso”… (Facebook Jay Branscomb)

“HO BATTUTO INTERNET” - Jay se la ride e rincara la dose, provocando con un’altra foto dello Spielberg “assassino di animali”, stavolta a cavallo di uno squalo dalle fauci spalancate. Superfluo indicarne la provenienza. Poi inizia a pubblicare le foto dei messaggi che gli arrivano in posta privata. Insulti, Capitan Ovvio di turno che gli fanno notare come abbia pubblicato una foto in cui sta accusando ingiustamente Steven Spielberg di aver ucciso un triceratopo. Branscomb non replica, sorride dal suo computer, salva gli screen e condivide sulla sua pagina Facebook. E conclude la vicenda con un commento serafico: “Sembra che io abbia battuto internet questa settimana“. Migliaia di persone che mostrano di non avere nessuna conoscenza di un regista vincitore 4 premi Oscar, palesano totale incapacità di riconoscere un dinosauro estinto da 60 milioni di anni e, nel dubbio, si rifiutano di andare a cercare ulteriori riscontri su ciò che hanno visto, in presenza di un (seppur illecito…) dubbio? Sì Jay, hai davvero battuto internet. E anche Spielberg e il triceratopo robot se la stanno ridendo di gusto.

Francesco Guarino
@fraguarino

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews