Spending review: tagli per evitare l’Iva al 23%. Malumori tra i partiti

Il ministro Giarda (lettera43.it)

Prenderà al via quest’oggi, alle ore 15.00, un Consiglio dei ministri particolarmente atteso: il governo tecnico Monti valuterà infatti la possibilità di operare nuovi tagli allo scopo di arrivare al tanto agognato pareggio in bilancio entro il 2013, senza dover necessariamente ricorrere a un ulteriore incremento dell’Iva.

Allo stato attuale delle cose, infatti, il rialzo di ulteriori 2 punti percentuali è fissato per ottobre. Si tratta tuttavia di una misura che Monti stesso vorrebbe evitare perché rischierebbe di avere effetti ulteriormente depressivi sulla già precaria economia del Paese. Di qui, l’ipotesi dei tagli alla spesa pubblica per un importo pari a circa 4 miliardi di euro, tanto quanto si sarebbe dovuto incassare grazie all’Iva. Tra i settori potenzialmente interessati dalle riduzioni anche scuola e sanità.

kids468x60

Inevitabile, dunque, la reazione dei partiti che, pur accogliendo favorevolmente l’azione sulla spesa pubblica, ne contestano tempi e modalità. Mentre il PD ritiene che non siano ulteriormente accettabili strette economiche su settori delicati come quello scolastico, per il Pdl, dovrebbero essere invece le forze dell’ordine a essere escluse dal giro di vite in programma. Tutti concordi, invece, nel sostenere che la pressione fiscale sui cittadini vada in qualche modo diminuita.

Ecco dunque che particolarmente delicata sarà la giornata di domani, quando Giarda,  il ministro per i Rapporti con il Parlamento, illustrerà  i dati sin qui raccolti: cifre dei vari ministeri alla mano, sarà offerto alle forze politiche un primo quadro generale sui possibile risparmi.

Per il momento,  però, nulla di deciso. Anche le cifre delle quali si parla rientrano in realtà nel campo delle indiscrezioni. Quel che è certo, invece, è che i conti italiani continuano a non tornare. E Monti è chiamato a fare presto qualcosa, anche perché, da più parti, iniziano a levarsi voci che sanno di bocciatura nei confronti del suo operato.

Mara Guarino

Foto homepage via: controlacrisi.org

Ti è piaciuto questo articolo?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews