Spagna: Rajoy chiude definitivamente al referendum catalano

referendum

Mariano Rajoy (wikimedia.org)

Il presidente del partito popolare e presidente del Governo Mariano Rajoy ha dichiarato di essere disposto a parlare delle aspirazioni indipendentiste catalane, ribadendo però di essere contrario al referendum sostenuto da Artur Mas (presidenti della Catalogna). Rajoy ha precisamente detto che tale referendum «È contrario alla Costituzione e pertanto non può essere celebrato. Danneggerebbe enormemente tutta la Spagna ed in particolare la Catalogna».

IL REFERENDUM - Facendo il punto del 2013, Rajoy ha detto: «Sono disposto a parlare con tutti. Ciò che non si può chiedere al capo del Governo è qualcosa che non si può fare». Nei primi giorni di dicembre Mas ha dato un nuovo impulso al Governo centrale spagnolo annunciato che il consulto si sarebbe svolto il 9 novembre del 2014. Tale eventuale referendum sarebbe composto da due domande. La prima sarebbe: «Vuole che la Catalogna sia uno Stato?». E, in caso di risposta affermativa: «Vuole che la Catalogna sia uno Stato indipendente?». Il ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardon (esponente di spicco del partito popolare) aveva fatto sapere che «lo Stato garantisce che il referendum non si celebrerà». Il rischio per i catalani è, se continueranno su questa linea, la sospensione dell’autonomia regionale. La Costituzione spagnola, infatti, prevede questa ipotesi.

SONDAGGI - Il movimento a favore dell’indipendenza della Catalogna – regione che rappresenta un quinto dell’economia spagnola – è cresciuta a causa della recessione economica prolungata e dei tagli alla spesa pubblica. Un recente sondaggio condotto da un giornale catalano dopo la proposta di Artur Mas ha rivelato che la maggior parte dei catalani vorrebbero il diritto di decidere tramite referendum il destino della regione. Un altro sondaggio realizzato dal quotidiano El Mundo a metà dicembre ha mostrato che solamente il 35% dei catalani opterebbe per la completa indipendenza dalla Spagna.

Giacomo Cangi

foto: buenobuonogood.files.wordpress.com; wikimedia.org

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Spagna: Rajoy chiude definitivamente al referendum catalano

  1. avatar
    estrijol 29/12/2013 a 12:14

    Scusate il mio pòvero italiano.
    Se mai la Spagna ci toglie il nostro presidente o pure la nostra autonomía, tutto sará molto piú facile: moltissimo piú veloce de la cadutta del muro di Berlino.
    I catalani siamo stanchi delle umiliazioni, i tentativi di distruggere la nostra lingua e la nostra cultura, e dello saccheggio senza fine della nostra economía da tre secoli fa.
    Doppo il S. XVI il projetto della Spagna no é mai stato altra cosa di una Grande Castiglia, assolutamente comparévole alla Grande Serbia ed alla Grossdeutschland.
    Doppo sécoli di stati di seggio, d’eccezzione, di guerra, di bombardamenti sulla populazione civile e dittature, di imposizione, tentative di acculturazione e di botino continuato, la Catalogna ha detto Basta.
    Per ora soltanto chiedemo una cosa: vogliamo votare.

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews