Spagna, ecco i primi effetti della “Ley Mortaza”

In vigore dal primo luglio, la "Ley mortaza" è stata duramente attaccata dalle opposizioni, che l'hanno definita come il "ritorno allo Stato di polizia"

ley mortazaAlla fine la preoccupazione di molti è divenuta realtà e la Ley de Seguridad Ciudadana – legge sulla sicurezza pubblica – ribattezzata in maniera piuttosto eloquente “Ley Mordaza” – legge bavaglio – ha iniziato a produrre i suoi effetti. Approvata il 15 dicembre scorso alla Camera, dopo il passaggio al Senato la norma è legge in vigore il primo luglio scorso, nonostante le forti proteste di associazioni, collettivi sociali e partiti di opposizione, che in blocco hanno provato a farne naufragare l’entrata in vigore. Niente da fare, il Partido Popular, forte della sua maggioranza, ha portato l’inter a compimento, con la norma che ora può produrre i suoi devastanti effetti.

LA PRIMA VITTIMA DEL BAVAGLIO – A subirli per prima è stata una donna di Alicante,  nel sud-est della Spagna, la quale si è vista rifilare una muta di ben 800 euro per aver postato, attraverso il suo profilo Facebook, una foto che mostrava un’auto della polizia locale parcheggiata in un posto riservato ai disabili. Una mossa che i due agenti in questione non hanno affatto gradito, segnalando il caso alle autorità comunali poichè si erano sentiti «feriti nell’onore», anche se in alcun modo l’immagine era riconducibile a loro. Fernando Portillo, portavoce della polizia locale, ha spiegato che gli agenti avrebbero parcheggiato di fretta per cercare di fermare alcuni vandali segnalati nel parco vicino. Tuttavia, ha aggiunto, «avremmo preferito una soluzione diversa».

DIVIETI ASSURDI - Tuttavia, è bene specificare che l’evento appena riportato rappresenta soltanto uno dei moltissimi casi per i quali la “Ley Mortaza” prevede sanzioni anche ben più elevate. Come ad esempio, secondo quanto riportato da Euronews, quelle previste per chi partecipa a proteste non organizzate  nelle vicinanze di strutture pubbliche – come centrali nucleari o stazioni degli autobus – quantificabili intorno ai 600mila euro.  O le multe fino a 30mila euro previste per chi  disturba l’ordine pubblico durante manifestazioni o utilizza foto o dati personali di un agente di polizia senza autorizzazione. Modifiche anche alla normativa sull’immigrazione, grazie ad un emendamento che ha permesso il rimpatrio immediato dei richiedenti asilo arrivati ai confini di Ceuta e Melilla. In fin dei conti, la multa di 800 euro è solamente un timido inizio.

Carlo Perigli

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews