Sovrappeso o no? Il BMI Indice di massa corporea può non bastare per saperlo

BMI indice di massa corporea

Conoscere il proprio BMI Indice di massa corporea per decidere se mettersi a dieta o no!

Il BMI Indice di massa corporea è un parametro definito nel 1830 dal belga Adolphe Quetelet che, mediante una semplice formula, dovrebber rivelare il peso forma. Si tratta di un sistema noto e diffuso, ma alcuni ricercatori della Oxford University lo hanno giudicato superato decidendo quindi di aggiornarlo.

Guida dell’equipe di studiosi è Nick Trefethen, docente di analisi numerica presso il prestigioso ateneo britannico, secondo cui il BMI indice di massa corporea sarebbe viziato al punto da penalizzare chi è molto alto – e risulterà quasi sempre sovrappeso – e favorire invece i “piccoletti”, i quali sembreranno sempre più snelli della realtà. L’indice si calcola infatti dividendo peso per altezza in metri al quadrato: qualunque matematico o esperto di numeri non faticherà quindi a comprendere la dichiarazione di Trefethen.

Secondo alcuni la correzione operata dai riceratori di Oxford non ha mutato nella sostanza il calcolo del BMI, limitandosi a evidenziarne i limiti e avanzare suggerimenti per migliorarlo, ma. stando alle parole di Trefethen pare che il nuovo algoritmo elaborato dal suo team sia davvero “innovativo”: «L’algoritmo bilancia più accuratamente il peso con l’altezza e il nuovo calcolo risulta più complesso rispetto al precedente: occorre moltiplicare 1,3 per il peso, il risultato va quindi diviso per l’altezza elevato a 2,5».

«La misurazione tradizionale del BMI indice di massa corporea andava bene in tempi in cui non esistevano i calcolatori – ha continuato Trefethen – quindi oggi occorre operare questa correzione: chi è alto meno di 1 metro e 52 guadagna 1 punto di BMI, chi si avvicina ai 2 metri ne perde invece 1».

E voi conoscete il vostro BMI indice di massa corporea, sia “vecchio” che “nuovo”? Perchè non scoprirlo cliccando qui e calcolare gratuitamente quanto siete in forma?

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews