Sono quasi 5 mila gli evasori scoperti nel 2013

Roma - Da gennaio ad oggi, gli evasori totali scoperti dalla Guardia di Finanza sono 4.933. I redditi nascosti sono pari a 17,5 miliardi di euro e 1.771 responsabili sono stati denunciati, nei casi più gravi, per omessa dichiarazione dei redditi.

Le Fiamme Gialle hanno spiegato che si tratta di soggetti che, pur svolgendo attività imprenditoriali o professionali, erano completamente sconosciuti al Fisco ed hanno vissuto alle spalle dei contribuenti onesti, usufruendo di servizi pubblici che non hanno mai contribuito a pagare, intestando spesso beni e patrimoni a prestanomi o a società di comodo.

Fenomeni che vanno di pari passo con l’evasione fiscale sono il lavoro nero, le frodi in danno del sistema previdenziale e l’immigrazione clandestina. E anche in questi casi le cifre sono impressionanti. Nel 2013, sono 3.233 i datori di lavoro che hanno utilizzato 19.250 lavoratori irregolari, di cui 9.252 completamente in nero.

I prodotti contraffatti sequestrati dall’inizio dell’anno sono, invece, sessantaquattro milioni circa, cinque mila i responsabili denunciati e cinquanta gli arrestati. In questo campo, in media, sono trenta le operazioni di controllo al giorno. Le fiamme gialle hanno inoltre ritirato dal mercato trentaquattro milioni di prodotti tarocchi di cui ventisette milioni pericolosi e quasi tre milioni falsi made in Italy. Le imprese illecite adibite ad opifici e deposti individuate dalle Fiamme Gialle sono quattrocento.

In totale, all’economia criminale, grazie al loro dell’autorità competente, è di circa settecento milioni di euro.

Alcune indagini che hanno portato a sostanziosi risultati. Le ricerche che hanno portato al sequestro di trecentoventi mila borse ed accessori contraffatti, sono partite nel comune veneto di Vicenza. I vari opifici clandestini erano gestiti da un’organizzazione di italiani, africani – senegalesi e marocchini – romeni con produzione in Campania e in Lombardia.

Invece nelle Marche, precisamente a Pesaro, si è svolta un’inchiesta conclusa con la denuncia di trenta soggetti ed il sequestro di quasi tremila tonnellate di falsi biologici, contaminati con organismi geneticamente modificati.

Venivano falsificati detersivi e prodotti per l’igiene invece a Lecce mentre a Gioia Tauro, per la precisione dentro un container, sono state sequestrate dodici tonnellate di sigarette contraffatte.

Giacomo Cangi

foto: blitzquotidiano.it; grandangoloagrigento.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews