Siria: l’Occidente si oppone al piano di Assad

Gli Stati Uniti bocciano Assad: la soluzione politica da lui proposta per porre fine a la guerra civile in Siria è «sconnessa dalla realtà». Così il Dipartimento di Stato americano commenta le parole del leader di Damasco. «Il discorso di oggi – continua la portavoce Victoria Nuland – è l’ennesimo tentativo del regime di rimanere attaccato al potere e non fa niente per fare avanzare il cammino del popolo siriano verso una transizione politica».

assad

Bashar al-Assad (foto via: lastampa.it)

Assad è apparso in una conferenza stampa: il presidente, in giacca e cravatta, è stato accolto da una ovazione al suo ingresso nel centro per la Cultura e le Arti di Damasco. «Continueremo a combattere», ha esordito Assad, il quale non appariva in pubblico dallo scorso giugno. L’occasione è quella di ribadire che il suo regime non ha alcuna intenzione di dialogare con i ribelli siriani, definiti «terroristi», e «fantocci creati dall’Occidente». Senza mezzi termini, Assad ha fatto appello alla mobilitazione generale per difendere il Paese «in stato di guerra».

Il discorso, trasmesso in diretta tv, ha scatenato appunto le dure reazioni della comunità internazionale, con Ue, Gb e Italia che hanno invitato senza mezzi termini il presidente siriano a dimettersi. Critica anche l’opposizione siriana, che non è disposta a sedersi al tavolo delle trattative senza che Assad e i suoi fedelissimi abbiano prima lasciato il potere. Al coro contro Assad si unisce anche la Francia, con le parole di Philippe Lalliot, portavoce del ministero degli Esteri: «Le frasi di Bashar al-Assad mostrano di nuovo la negazione della realtà nella quale si è rinchiuso per giustificare la repressione del popolo siriano». «Queste dichiarazioni, che giungono subito dopo la pubblicazione da parte delle Nazioni unite di un rapporto che mette in luce le violazioni commesse dal suo clan, non ingannano nessuno – ha proseguito il portavoce – l’uscita di scena di Assad rimane una condizione irrinunciabile per la transizione politica, come ricorda la Coalizione nazionale siriana ». L’Iran ha invece dichiarato di appoggiare il piano di Assad per porre fine alle proteste anti-governative nel paese.

Alberto Staiz

Foto homepage: corriere.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews