Siria: due nuovi attentati. Decine tra morti e feriti

Damasco – Due potenti esplosioni sono state avvertite stamani nel distretto di al-Mazzeh, a Damasco. Secondo la televisione di stato siriana gli attentati di questa mattina «hanno ucciso e ferito decine di persone». Gli ordigni sono esplosi in una zona meridionale della capitale siriana in un orario di grande traffico, mentre «la gente si reca al lavoro e gli studenti a scuola», ha precisato la televisione, voce del regime di Bashar al Assad.

Il capo degli osservatori delle Nazioni Unite in Siria, il generale Roger Mood, si è recato sul luogo degli attentati di questa mattina a Damasco, nei quali «decine di persone sono state uccise e ferite», secondo quanto riportato dalla televisione di stato siriana e confermato da un corrispondente della France Presse.

La televisione ha diffuso le immagini dei due attentati, perpetrati di primo mattino, in una zona di grande traffico e in un orario di punta: si vedono corpi carbonizzzati a bordo di auto distrutte ancora fumanti e i primi soccorsi da parte di poliziotti aiutati da abitanti della zona. Le immagini insistono su resti umani, alberi abbattuti ai bordi della strada, asfalto stradale divelto e due profondi crateri. L’ultimo attentato a Damasco risale al 27 aprile scorso: 11 perone avevano perso la vita in un attacco kamikaze davanti a una moschea. Ieri il generale norvegese Mood è uscito illeso da un attentato a Deraa, che ha colpito il convoglio sul quale viaggiava. Sei soldati della scorta sono rimasti feriti.

Alberto Staiz

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews