Siani a Sanremo, gaffe bambino obeso o sketch? Compenso in beneficenza

Prima polemica attorno al festival di Sanremo: la battuta del comico napoletano Alessandro Siani nei confronti di un bambino obeso. Gaffe o montatura?

siani sanremo

I dati d’ascolto (oltre il 49% dello share) premiamo  senza ombra di dubbio ma i commenti della prima serata del Festival di Sanremo non sono dei più entusiasmanti. Così come la performance di Alessandro Siani che al cinema sarà pure un campione d’incassi ma in tv non riesce a brillare. L’attore napoletano, ospite della prima puntata del Festival di Sanremo 2015, fa la sua entrata nell’Ariston scherzando prima sull’anagrafe della platea: “Ma stiamo pagando il canone o l’Inps?” e, qualche istante dopo, lanciando una battuta  indirizzata ad un bambino sovrappeso seduto in prima fila: “Ce la fai a entrare nella poltrona zio? Da lontano mi sembrava una comitiva invece era solamente…”.

POLEMICA ACCESA SULLA BATTUTA DI SIANI - Non tutti hanno preso bene la battuta di Siani rivolta al bambino in sovrappeso. Il popolo dei social network, Twitter in particolare che ieri a forza di hashtag per #festivaldisanremo e #Sanremo2015 è impazzito bloccando gli account a numerosi utenti, non gliel’ha perdonata insorgendo contro l’attore napoletano.

 

Polemica che il comico “affronta” dopo il suo spettacolo attraverso un tweet “riparatore” pubblicato sul profilo ufficiale del Festival di Sanremo: una foto di Siani con il bambino “grasso” e il commento “Un amico di Alessandro Siani”.

Siani-e-bambino-grasso-Sanremo-2015

Siani e bambino grasso – Da twitter di Sanremo 2015

MONTATURA O GAFFE? E così anche questa edizione del Festival di Sanremo ha la sua prima polemica visto che in conferenza stampa i giornalisti si lamentavano dell’eccessiva tranquillità che si respirava quest’anno. Poco dopo la foto pubblicata molti i rete hanno commentato la battuta di Alessandro Siani sul bambino in sovrappeso come uno sketch preparato in anticipo. Il bambino in questione assomiglia molto ad un piccolo attore che fa parte del cast del film scritto e diretto dal comico Si accettano miracoli. Si potrebbe dunque trattare di una battuta preparata, una montatura per far parlare ancora più di sé visti i casi recenti di Veronesi nei confronti della formosa Clio Makeup  e quello drammatico di cronaca del bambino di Napoli seviziato con un compressore perché “troppo grasso”. Oppure, ancora peggio, una trovata pubblicitaria di cattivo gusto a cui si aggiunge la “confessione” del presentatore Carlo Conti che, in diretta, ha pure voluto sottolineare che il compenso del comico è stato devoluto in beneficenza per volere dello stessa regista e attore napoletano.

 Redazione 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews