Showbiz, la Roma notturna dallo spirito anni ’90

Showbiz, il nuovo documentario di Luca Ferrari fuori concorso al Festival del Cinema di Roma 2015, ci mostra la malinconica vita notturna di Roma

showbiz-cast

Il cast di “Showbiz”: al centro Luca Ferrari (Twitter: @agterzapagina)

“Non è tutto oro quello che luccica” afferma un celebre proverbio nel quale si spiega quanto, spesso e volentieri, l’apparenza inganni. Prendiamo, ad esempio, i personaggi che frequentano il mondo della Roma notturna: vedendoli in quel contesto, li immaginiamo sempre così e viene spontaneo, a volte, esprimere un giudizio. Eppure c’è sempre qualcosa dietro: una vita privata dal tocco malinconico, segreti e passati scioccanti che fermano il giudizio e mostrano tutt’altro. E’ su questa linea che si muove il film, dallo stile documentaristico, Showbiz di Luca Ferrari, presentato fuori concorso alla 10° edizione del Festival del Cinema di Roma.

GLI EPIGONI DI JEP GAMBARDELLA – La pellicola è un racconto del ‘lato B’ del mondo romano mostrato da La grande bellezza  di Paolo Sorrentino, dallo spirito non-critico ma semplice; che non vuol dire nulla se non mostrare, senza filtri politici o sociali. I protagonisti sono personaggi autentici della movida romana che hanno vissuto, e vivono tutt’oggi, il mondo delle trasmissioni locali romane, di programmi tv nazionali e di locali notturni. Le storie di Massimo Marino, Riccardo Modesti, Stefano Natale e del fonico Schultz s’intrecciano in un mondo popolato di feste eleganti in centro, di striptease di pornostar internazionali in locali, di serate di “Miss Intimo” e “Miss Tanga” a Fiano Romano, di karaoke improvvisati e bar di vip. Belle donne, selfie, microfoni accesi, applausi, battute e scherzi, però, non sono tutto. Tutti loro mostrano una sorta di malinconia, di necessaria normalità, di ricordi e di eventi che li hanno resi così. Quotidianità mostrate senza paura, autentiche, che non temono giudizi e dalle quali echeggia il rumore degli anni ’80 e ’90, tra chi gode vantaggi per una precedente popolarità, chi vive con la propria vena artistica ricordando il successo degli amici, chi prosegue invece i precedenti lavori.

showbiz foto

Showbiz è stato definito “il lato B de La grande bellezza” (Twitter: @TaxiDriversRoma)

LA TELECAMERA NON VISTA - La pellicola di Luca Ferrari è uno sguardo oggettivo nella notte periferica della Capitale. Dopo Pezzi, il precedente documentario di Ferrari sulla bisca del Laurentino 38, il regista torna a parlare di Roma, usando una tecnica giornalistica. La telecamera, infatti, è quasi un’ombra che segue i personaggi, senza mai entrare in contatto con loro, se non per riprendere risposte. Quella della telecamera è una sorta di mera partecipazione.

INGREDIENTE PRINCIPALE: LA MALINCONIA – Tra le varie emozioni che circondano l’atmosfera di Showbiz, la regnante è certamente la malinconia. Nell’eco di canzoni, traffico, battute e musica disco, ci sono momenti filmati dal regista dove l’atmosfera si carica di un’emotività dal tocco triste. In onguna delle quattro storie ci viene mostrato un momento di questo tipo. Da Shultz che, dopo una ‘serata in’ all’interno di un albergo a 4 stelle, s’incammina a tarda notte solitario a piedi, a Stefano Natale presente ad una festa dove tutti sono seduti e lui si diverte a giocare con un palloncino. Perfino l’ilare Massimo Marino si lascia andare con una ragazza a parlare del tema del cancro con una voce di forte preoccupazione. Momenti che mostrano quanto, a volte, la quotidianità ci fossilizza su pensieri sbagliati, dimenticandoci di vedere tutto a 360°.

La pellicola risulta interessante, per gli amanti del genere documentaristico, anche se l’assenza di filtri, personalmente, complica un giudizio totale. E’ un mondo giudicato, non conosciuto, da altri addirittura additato, ma la pellicola resta comunque un documentario: non vuole parlare, ma solo descrivere. Se l’intento è solo questo, Showbiz ci riesce bene.

 

Francesco Fario

(fonti foto: locandina, cultora.it; repubblica.it; zimbio.com)

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews