Shellshock. L’ultimo virus micidiale che sta scuotendo il Web

server shellshock

Lo shellshock potrebbe rendere inutilizzabili milioni di server in tutto il mondo (Ansa.it)

Roma – Si chiama Shellshock e rischia di mandare in tilt i gestori del Web, fosse solo per il timore che i principali server delle maggiori aziende del settore diventino inutilizzabili.

IL VIRUS – Shellshock è il termine con cui si usava indicare lo shock post traumatico dei reduci della Prima Guerra Mondiale. Adesso potrebbe diventare il sinonimo di un trauma altrettanto devastante: un bug all’interno di un software il quale potrebbe infettare i server di mezzo mondo e i dispositivi Appe.

CORSA AI RIPARI –  Il virus, infatti, dopo aver creato un buco di sistema, lascerebbe via libera a qualsiasi estraneo che volesse introdursi prendendo il comando del server e dei computer in rete. Una possibilità che sta mandano nel panico soprattutto Google, Amazon e Apple i quali, neppure a dirlo, sono passati subito al contrattacco.

Google ha lavorato di anticipo riparando la falla di sistema dei propri server interni e cloud; Amazon, dal canto suo, ha preferito l’approccio comunicativo, avvisando i clienti intorno al modo di praticare il ‘penetration test’, ovvero la prevenzione e l’attività necessaria per mitigare gli effetti di eventuali infiltrazioni indesiderate. Apple ha rassicurato: la maggior parte dei clienti non corre pericoli.

I PERICOLI DELLA RETE – Riamane, tuttavia, il timore. Secondo il giudizio della Rete, corpo attualmente in pericolo, lo Shellshock sarebbe la peggiore minaccia che mai si sia diffusa via Web e la cui gettata massima potrebbe essere spaventosa: si parla di milioni di server i quali, oltre a gestire servizi per case e aziende, gestiscono anche dispositivi impiegati per attività interattive governative ufficiali e segrete di caratura mondiale. Si vedrà.

Chantal Cresta

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews