Serie A e il calciomercato: continua l’esterofilia

calciomercato

Non c’è bisogno di aspettare l’elezione del nuovo presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio e la nomina del nuovo allenatore della nazionale – probabilmente Conte – per capire che dalla pessima figura fatta dall’Italia ai mondiali in Brasile, ancora una volta nessuno ha imparato qualcosa. O perlomeno, nessuno degli addetti ai lavori.

LO AVEVANO DETTO - Dopo la doppia sconfitta con Costa Rica ed Uruguay che è costata la seconda eliminazione di fila in una fase a gironi di un campionato del mondo, tutti i commentatori si sono affrettati nel dire che in Italia ci sono troppi stranieri e che le squadre non sfruttano a dovere i propri settori giovanili. Bene. Anzi, benissimo. Ma avete fatto caso quali sono i nomi che stanno circolando – almeno secondo i rumors – in questa sessione estiva di calciomercato? L’esotico va di moda anche questa volta.

ESTEROFILIA - L’oggetto dei desideri di mezza serie A è stato Juan Manuel Iturbe, ventunenne attaccante argentino. Su di lui c’erano Juventus, Milan e la Roma che alla fine se l’è aggiudicato per poco più di venti milioni. La squadra di Allegri ha seguito un altro giocatore offensivo: Álvaro Morata, spagnolo classe 1992 e ha acquistato il francese Kingsley Coman. L’inter ha preso il francese Yann M’Vila, il serbo Vidic e il brasiliano Dodò. La Roma ha ingaggiato l’olandese Urby Emanuelson, il turco Salih Uçan e l’inglese Ashley Cole. Non solo, stava trattando il camerunense Samuel Eto’o, il francese Adrien Rabiot e il belga Carrasco. Il Milan invece ha preso il francese Jeremy Menez e il brasiliano Alex.

ALLA FACCIA DEL TRICOLORE - E gli italiani? Gli unici di cui si è appena parlato in questa sessione di calciomercato sono Marco Paolo, passato dal Parma alla Lazio, e il difensore Davide Astori destinato a lasciare Cagliari. Gli altri pochissimi nomi sono tutti di rimpiazzo. Come ad esempio quello di Alessio Cerci, che sembrava essere il piano B di alcune squadre. E non è da escludere che arrivi una squadra straniera che, così come successo con Immobile, porti via un altro talento made in Italy. Ovviamente, la speranza è di essere smentiti clamorosamente.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi

foto: goal.com; notizieasroma.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews