Serie A: Juventus e Milan, che sofferenza! Bianconeri ancora a +3

Borriello festeggia con Conte (tuttojuve.com)

La stanchezza annebbia la vista ed appesantisce le gambe di Juventus e Milan: ci vogliono le forze fresche di Borriello e Boateng per  sbloccare il risultato e mandare le due dominatrici del campionato negli spogliatoi con 3 punti in più in classifica a testa.

I bianconeri dominano per lunghi tratti sul sintetico di Cesena e, dopo 9 minuti, avrebbero già la possibilità di passare in vantaggio grazie ad un calcio di rigore concesso per fallo di mano di Moras a cavallo del limite dell’area di rigore. Dal dischetto va Pirlo che sbaglia per la seconda volta in tre giorni colpendo il palo, ma stavolta non c’è tap-in vincente.

Nella ripresa Antonioli compie due miracoli prima su Matri (palla smanacciata proprio sulla linea di porta) e poi su calcio di punizione di Del Piero. A dieci minuti dal termine ci pensa Borriello: sponda di testa a centro area di Vucinic, sinistro di controbalzo imparabile e per il Cesena gli ultimi minuti sono una triste passerella verso la serie B.

A san Siro il Milan torna a vincere in casa dopo una sconfitta ed un pareggio. Partita bruttina e rossoneri decisamente poco in palla, palesemente affaticati. All’8° il Genoa protesta per un rigore netto (braccio largo di Nesta su tiro ravvicinato di Kucka) e al 31° l’unico lampo del Milan è firmato da El Shaarawy.

I secondi 45 minuti vedono un Milan più determinato ma troppo lento nel muovere la palla tra i reparti. Il regalo lo fa Jankovic, che in pochi minuti rimedia due giuste ammonizioni e finisce la propria partita in anticipo. Biondini si immola su una voleé di Boateng, Emanuelson e Cassano sfiorano i legni, ma al 41° il vigore fisico di Kevin Prince Boateng regala al Milan tre soffertissimi punti, grazie ad una conclusione da distanza ravvicinata che si infila sotto le gambe dell’incolpevole Frey.

La distanza è invariata, le giornate al termine del campionato sono quattro. Il calendario e la forma, ora come ora, dicono inesorabilmente Juve.

Francesco Guarino

I TABELLINI:

CESENA-JUVENTUS 0-1 (0-0): Borriello al 35′ s.t.

CESENA (5-3-1-1): Antonioli; Ceccarelli, Benalouane, Rodriguez, Moras, Djokovic (32′ s.t. Rossi); Santana, Colucci (32′ p.t. Guana), Parolo; Del Nero (20′ s.t. Arrigoni); Rennella. (Ravaglia, Comotto, Malonga, Lolli). All.: Beretta.

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Caceres (24′ s.t. Giaccherini), Vidal, Pirlo, Marchisio, De Ceglie (29′ s.t. Del Piero); Matri (29′ s.t. Borriello), Vucinic. (Storari, Lichtsteiner, Marrone, Padoin). All.: Conte.

MILAN-GENOA 1-0 (0-0) : Boateng al 41′ s.t.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Yepes, Antonini; Nocerino, Van Bommel (dal 5′ s.t. Boateng), Muntari; Emanuelson (dal 35′ s.t. Maxi Lopez); Ibrahimovic, El Shaarawy (dal 5′ s.t. Cassano. (Amelia, Mesbah, Gattuso, Aquilani). All. Allegri

GENOA (4-5-1): Frey; Granqvist, Kaladze, Moretti, Birsa (dal 24′ s.t. Carvalho); Sculli (dal 31′ s.t. Alhassan), Kucka, Biondini, Belluschi (dal 36′ s.t. Veloso), Jankovic; Palacio (Lupatelli, Jorquera, Ze Eduardo, Gilardino). All. De Canio

CLASSIFICA:

Juventus 74 , Milan 71,  Lazio 55, Napoli 54, Udinese 52, Inter 52,  Roma 50, Catania 46, Parma 44, Siena 43, Atalanta 43,  Chievo Verona 43, Bologna 42,  Fiorentina 41 , Palermo 41,  Cagliari 41, Genoa 36,  Lecce 35, Novara 28, Cesena 22*.

*= retrocesso in serie B


Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews