Serie A, anticipi 3a giornata: pareggio del Cagliari, sconfitto il Milan

Finalmente calcio. Dopo una sosta di una giornata per permettere lo svolgimento delle qualificazioni ai Mondiali, che si svolgeranno nel 2014 in Brasile, torna il campionato di Serie A con due anticipi tutti da seguire: Cagliari-Palermo alle 18 e Milan-Atalanta alle 20.45.

Palermo – Cagliari, ore 18. Nel derby delle isole, il Palermo di Giuseppe Sannino scende in campo con un 4-4-2, con Miccoli e Dyabala in attacco. Per contro, i cagliaritani allenati da Massimo Ficcadenti si affidano al 4-3-3 con Cossu, Pinilla e Sau a caccia di gol. I siciliani sono ancora a zero punti, mentre il Cagliari ha un punto.

Milan – Atalanta, ore 20.45. Nel secondo posticipo, i ragazzi di Massimiliano Allegri, reduci dall’importante successo contro il Bologna con la tripletta di Giampaolo Pazzini cercano altri tre punti preziosi contro i bergamaschi. Davanti a Kevin-Prince Boateng, l’allenatore livornese ha scelto di schierare El Shaarawy e proprio Pazzini, prontamente recuperato da un piccolo problema riscontrato in allenamento. Per l’Atalanta, tegola Schelotto che non sarà in campo a causa dell’incidente d’auto nel quale è rimasto coinvolto ieri: tanta paura ma solo qualche graffio. Alla ricerca del gol saranno Morales e Denis.

Risultati

PALERMO-CAGLIARI 1-1: Rios (P) 40′, Sau (C) 88′. Partita non bella ma equilibrata quella giocata dalle due compagini isolane, con il Palermo in vantaggio dalla fine del primo tempo quasi fino al termine del match, ma raggiunto a due minuti dalla fine del tempo regolamentare dal gol di Sau, subentrato a posto di Thiago Ribeiro al 63′. I siciliani salgono a 2 punti, mentre il Cagliari è fermo a quota zero.

MILAN-ATALANTA 0-1: Cigarini (A) 63′. Seconda sconfitta in tre giornate per il Milan, che gioca novanta(sei) minuti di calcio scarso, privo della necessaria cattiveria e senza uno schema di gioco determinato. Pessima la prestazione di El Sharaawy, sostituito al 69′ da Bojan, autore di un buon tiro in pieno recupero, ma in generale tutti i giocatori non hanno mai creduto nella possibilità di vincere prima, e di recuperare poi. Da segnalare gli oltre 6 minuti di recupero, funestati dagli infortuni – fortunatamente non gravi – di Manfredini per l’Atalanta e di Boateng (già con una vistosa fasciatura per l’operazione alla mano) per il Milan. Con la vittoria di oggi, i bergamaschi annullano i due punti di penalizzazione e salgono a 1 punto, mentre i rossoneri restano a 3 punti.

Stefano Maria Meconi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews