Senzatetto riceve in dono il pranzo da un bimbo di cinque anni

Una bellissima storia di generosità: Josiah Duncan, cinque anni, s'imbatte in un senzatetto al ristorante e implora la madre di donargli il pranzo

Il piccolo Josiah Duncan al tavolo del senzatetto (www.dailymail.co.uk)

Il piccolo Josiah Duncan al tavolo del senzatetto (www.dailymail.co.uk)

PRATTVILLE (ALABAMA) – La storia che stiamo per raccontare è davvero commovente, e fa riflettere su quanto gli adulti siano cinici ed abbiano perso quella bontà d’animo, quella generosità e quel senso di condivisione e fratellanza proprio degli esseri umani e che, per fortuna, i bambini hanno ancora. I protagonisti di questa vicenda sono un senzatetto ed un bambino di cinque anni. Il piccolo si trova al ristorante con la madre. Il senzatetto entra e si siede ad un tavolo, ma nessun cameriere si avvicina a chiedergli l’ordinazione. Così il bambino si alza, va al tavolo del senzatetto, gli dà un menù dicendogli semplicemente: «Ordina quello che vuoi, paghiamo noi».

LA STORIA – Josiah Duncan, questo il nome del bambino, ha individuato il clochard fuori dal ristorante e vedendolo sporco, coi capelli arruffati e con un sacchetto in mano ha chiesto alla madre, Ava Faulk, chi fosse quell’uomo. La madre gli ha risposto che era un senzatetto, cioè una persona che non aveva più o non aveva mai avuto una casa per i più disparati motivi. Il bambino non sembrava soddisfatto e ha cominciato a chiedere alla madre dove fosse la sua famiglia e come faceva a cucinare e a mangiare. Mentre parlavano, l’uomo è entrato nel ristorante e si è seduto ad un tavolo. Josiah ha aspettato cinque minuti, ma quando ha visto che nessun cameriere si avvicinava per chiedergli l’ordinazione, si è alzato ed è andato da lui portandogli un menù e dicendogli: «Ordina quello che vuoi, paghiamo noi». Il senzatetto non è riuscito a trattenere le lacrime, così come la madre di Josiah e gli avventori del locale. Il clochard ha chiesto al bimbo se poteva avere la pancetta e il piccolo gli ha risposto che poteva avere tutta la pancetta che voleva.

Ava Faulk con Josiah (www.dailymail.co.uk)

Ava Faulk con Josiah (www.dailymail.co.uk)

Prima di cominciare a mangiare, il piccolo Josiah ha chiesto al senzatetto di cantare con lui la preghiera di benedizione del pranzo: l’hanno fatto a voce alta, facendo scoppiare in lacrime quanti si erano trattenuti prima. Bisognerebbe proprio imparare dai bambini.

Mariangela Campo

 

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews