Sentenza del Tribunale di Roma: le prostitute vanno pagate

ontario legalizza bordelli prostitute prev
Una prostituta che ha avuto un rapporto sessuale con un cliente deve essere pagati!  Secondo il tribunale di Roma dovrebbe essere lecito anche  poter intentare una causa civile nel caso il pagamento non avvenisse.

IL CASO – Una prostituta nigeriana era stata contattata da un uomo italiano per consumare un rapporto sessuale. Dopo l’incontro si era fatta accompagnare in un supermercato dove l’uomo l’aveva abbandonata senza darle il dovuto compenso. La ragazza avendo il cellulare del suo cliente aveva inviato degli sms minatori all’uomo che si era rifiutato di darle i 100 euro pattuiti. Il cliente aveva denunciato la ragazza per estorsione, il giudice del tribunale di Roma, però, l’ha condannata, a quattro mesi, solo per violenza privata. In sostanza ad essere sotto accusa sono solo gli sms in cui la ragazza minacciava il cliente, il compenso invece è dovuto.

LA SENTENZA PARLA CHIARO, IL CLIENTE DEVE PAGARE – Secondo i membri del collegio giudicante Marcello Liotta e Paola di Nicola l’esercizio della prostituzione non può essere inserito tra le prestazioni contrarie al buon costume in quanto si tratta di un’attività diffusa e consentita dall’ordinamento giuridico.
Secondo i giudici « l’unica cosa contraria al buon costume è il cliente che approfitta della prestazione sessuale della prostituta». Essendo però non tutelato il diritto al compenso per prestazioni sessuali il cliente avrebbe potuto ottenere di non pagare la somma dovuta. Invece la sentenza odierna riconosce questo diritto.

IL PROFITTO DELLA PROSTITUTA È GIUSTO E DOVUTO –  Il tribunale sancisce che «il profitto della prostituta è giusto, soprattutto poiché la ragazza, giovanissima, non conosce una parola di italiano quindi oltre ad essere molto probabilmente vittima di tratta e di sfruttamento non può collocarsi su un piano di parità rispetto al suo cliente italiano, professionalmente inserito, economicamente forte  che si serve di questa posizione per non pagare i servizi sessuali ricevuti».

Serena Prati 
@Se_Prati 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews