Senatori in fuga dal ristorante di Palazzo Madama

Un dettaglio del menù (vip.it)

I prezzi del ristorante di Palazzo Madama sono stati uno dei tormentoni dell’estate 2011. Del resto, scoprire i privilegi insiti in quel menù proprio mentre si iniziava a parlare insistentemente  di crisi, tagli e manovre finanziarie, aveva urtato la sensibilità di non pochi italiani.

E, così, il pesce spada grigliato a poco meno di 4 euro aveva presto fatto il giro del web. Non era mancata anche qualche piccola soddisfazione: i prezzi sono stati ormai da tempo adeguati nella direzione cifre più ragionevoli e, soprattutto, più vicine a quelle sostenute dai comuni cittadini.

A quanto pare, tuttavia, negli ultimi mesi, gli eventi hanno preso una piega forse inaspettata al momento della polemica sugli ennesimi privilegi della casta politica. Da quando i costi si sono allineati ai prezzi del mercato, infatti, i senatori hanno cominciato a disertare l’ormai celebre ristorante di Palazzo Madama, alla ricerca di locali più economici che, certamente, non mancano nei dintorni dell’Aula.

Insomma, una netta inversione di tendenza che per il gestore Gemeaz Cusin ha significato  un crollo del 70% delle consumazioni giornaliere. Di qui, la scelta di chiedere la risoluzione anticipata del contratto e la messa in stato di cassa integrazione per 20 dipendenti.

A motivare questa decisione una lunga relazione, nella quale si spiega come fino a quest’estate i conti quadrassero comunque perché ciò che non veniva ripagato direttamente dal cliente era a carico dell’Amministrazione. Adesso, invece, la musica è cambiata: i prezzi sono saliti per ridurre i costi a carico del cittadino e, a quanto pare, anche i senatori puntano al risparmio quando devono attingere alle proprie tasche.

Redazione

Foto homepage via: italianimbecilli.blogspot.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews