“Selfie”, la parola dell’anno 2013 per l’Oxford Dictionary

La "selfie" di Papa Francesco con i giovani fedeli è diventata virale

La “selfie” di Papa Francesco con i giovani fedeli è diventata virale

Oxford – Prendi uno smartphone, usa la fotocamera (quella posteriore sarebbe meglio, ma anche l’anteriore funge allo scopo), e poi posta la foto su Instagram, Facebook, Twitter, e qualsiasi altra rete sociale alla quale tu sia iscritto. Quella è una selfie, neologismo che tradurremmo con un facile autoscatto. Ebbene, selfie è la Oxford Dictionary Word of the Year 2013, un riconoscimento ufficiale e accademico per il più popolare dei fenomeni.

ANCHE IL PAPA - La selfie non è una novità, i giovani (se) ne scattano in continuazione, ma lo scorso agosto ha ottenuto un boom di popolarità quando i giornali e le agenzie di stampa hanno diffuso la foto di Papa Francesco che, insieme a un gruppetto di giovanissimi in visita presso San Pietro, ha “contribuito” alla foto con uno degli smartphone dei ragazzi che, riprendendosi nientepopodimenoche con il vescovo di Roma, capo di una comunità religiosa da oltre un miliardo di fedeli, hanno fatto il giro del mondo. La parola selfie, nel corso del 2013, è stata utilizzata con una percentuale del 17.000% maggiore, e a questo incremento inimmaginabile ha contributo, è il caso di dirlo, anche papa Bergoglio.

“INVENTIVENESS” - Il premio “Parola dell’anno” dell’Oxford Dictionary celebra l’inventività della lingua inglese, capace più di tutte le altre di captare i fenomeni sociali e renderli attraverso l’espressione linguistica. Per ottenere l’ambito riconoscimento, la parola deve avere sì più di dodici mesi di vita, ma in questo periodo deve anche aver assunto una rilevanza internazionale, se non globale, tale da qualificarla come parola dell’anno, capace di contribuire a una significativa evoluzione del linguaggio comunicativo nelle diverse fasce e interazioni sociali. Selfie (comparsa per la prima volta in un forum in Australia nel 2002), nella definizione che ne da il vocabolario britannico, è «una fotografia che una persona cattura di sé stesso, di solito con uno smartphone o una webcam, caricandola poi sui siti sociali». Il programma della Oxford Dictionaries utilizzato per stabilire quale sia la “Word of the Year” scansiona il web ogni mese e, tra 150 milioni di parole, stabilisce quella usata. Grazie al software è possibile inoltre monitorare i cambiamenti linguistici su scala geografica, numerica e sociale.

Stefano Maria Meconi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews