Segrate, Berlusconi sbaglia festa e sostiene il centro-sinistra

Simpatico siparietto pre-elettorale a Segrate: Berlusconi sbaglia evento e invita a votare per Paolo Micheli, il candidato sindaco del centro-sinistra

berlusconiBerlusconi scende dalla macchina con la scorta al seguito, si avvicina agli stand e inizia a parlare con i ragazzi presenti. «Come si chiama il candidato? Paolo? Allora domenica trovate un’ora per andare a votare Paolo». Tutto normale direte voi, è la regolare prassi di un presidente di partito sotto elezioni. Già, se non fosse che il Paolo in questione di cognome fa Micheli, ed è il candidato sindaco di Segrate per il centro-sinistra. E sopratutto no, non stiamo raccontando una barzelletta, ma un episodio realmente accaduto ieri sera. Un involontario siparietto durato circa cinque minuti, al termine dei quali l’ex Cavaliere ha capito l’equivoco e ha lasciato la festa.

IL RACCONTO DEL CANDIDATO – A raccontare l’improbabile evento ad Huffington Post è stato il candidato sindaco Paolo Micheli. «Abbiamo prima visto arrivare un paio di auto – ha raccontato Micheli – e poi è sceso Berlusconi, accompagnato dalla sua scorta, e ha iniziato a muoversi tra gli stand della festa, dove c’erano soprattutto ragazzi». Niente bandiere o simboli di partito, era presente solo il simbolo della lista civica “Paolo Micheli – Segrate Nostra”. «Dopo circa 5 minuti che era con noi – ha proseguito –  Berlusconi si è accorto di aver sbagliato e se ne è andato, forse un pò imbarazzato”.

SIMPATICO ERRORE “DI GENERE” –  Più che un “Patto del Nazareno preventivo”, alla fine Berlusconi deve aver semplicemente sbagliato evento, confondendo la Street Fest, l’evento per i giovani organizzato dalla lista civica ‘Paolo Micheli – Segrate Nostra’, con quello che nel frattempo il candidato del centro-destra stava tenendo al PalaSegrate. Una svista che suscita ilarità per un dettaglio tutto sommato poco trascurabile, dato che Forza Italia a Segrate sostiene una donna, Tecla Fraschini. Per fortuna però, l’ex Cavaliere si è reso conto in tempo dell’errore, tornando sui suoi passi dirigendosi verso l’evento giusto. Se avesse preso pubblicamente la parola, magari improvvisando un discorso elettorale, oggi la rete avrebbe un video virale di inestimabile “valore”.

Carlo Perigli
@c_perigli

foto: tiempo.com.mx

 

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews