Sebastian Vettel impone la legge del 3

 

SHANGHAI – Sebastian Vettel ha conquistato la pole position nel Gp di Cina, terzo appuntamento del Mondiale 2011 di Formula 1. Il pilota tedesco della Red Bull è stato il più veloce nella terza manche delle qualifiche sul tracciato di Shanghai con il tempo di 1’33”706.

I vincitori

Il campione del mondo, alla terza pole stagionale e alla 18esima della carriera, tiene testa ai record Schumacheriani e domani partirà davanti alle McLaren-Mercedes degli inglesi Jenson Button (1’34”421) e Lewis Hamilton (1’34”463), per l’occasione di rosso vestiti. La Mercedes Gp del tedesco Nico Rosberg (1’34”670) ha ottenuto il quarto tempo e chiuderà la seconda fila.

Le Ferrari dello spagnolo Fernando Alonso (1’35”119) e del brasiliano Felipe Massa (1’35”145) occupano la terza fila: le rosse domani scatteranno dalla quinta e dalla sesta piazza.  A spaventare è il distacco sul giro secco, un secondo e quattro centesimi sono un’infinità nella formula 1 moderna.

Alle spalle delle monoposto di Maranello si sistemano la Toro Rosso dello spagnolo Jaime Alguersuari (1’36”158) e la Force India dello scozzese Paul Di Resta (1’36”190). Nona e decima posizione per la Toro Rosso dello svizzero Sebastien Buemi (1’36”203) e per la Renault del russo Vitaly Petrov, che non è riuscito a scendere in pista nella terza manche delle qualifiche dopo un guasto nella seconda frazione delle prove ufficiali.

Nuova bocciatura per Michael Schumacher, eliminato nel Q2. Il 42enne pilota tedesco della Mercedes Gp domani partirà dalla settima fila. E’ andata peggio a Mark Webber: il pilota australiano della Red Bull ha pagato a carissimo prezzo l’errata strategia scelta dal suo team. Webber è sceso in pista con gomme dure nel Q1 e non è riuscito a qualificarsi per la fase successiva. Domani, quindi, si muoverà dalla nona fila. In fondo alla griglia anche i due piloti italiani. Jarno Trulli è 21° con la Lotus, Vitantonio Liuzzi è 23° e penultimo con la Hispania.

 

Fernando Alonso

”Domani ci aspetterà una gara lunga, la monoposto è a posto e funziona bene”, dice l’iridato godendosi le prestazioni della sua RB7.

 

”Non siamo veloci, questo era il massimo che si poteva ottenere”, è stato invece il commento di Fernando Alonso. ”La Red Bull continua a essere irraggiungibile soprattutto sul singolo giro. Il distacco che abbiamo accusato è simile a quello che avevamo nel Gp d’Australia. Noi non riusciamo a essere veloci in qualifica e in gara”, è l’analisi di Alonso, che spera si ripetano le buone prestazioni, ancora inspiegabili tecnicamente, che avvicinano in gara le Ferrari alle monoposto migliori.

Alessio Tedde

Foto| via www.ansa.it, www.sport.sky.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews