Se #renzievivedi politica, Grillo, Casaleggio e il M5s di cosa vivono?

renzi_andreotti_demita

Renzi come Andreotti e De Mita, simboli di una vecchia Democrazia Cristiana decadente e di un fare politica votato al carrierismo istituzionale. E la freccia, anzi l’hashtag, lanciato da Beppe Grillo è #renzievivedi, un chiaro riferimento alla dichiarazione di ieri del presidente del Consiglio che in un’intervista al Tg2, per ribadire la necessità di riformare il Senato, ha dichiarato: “Oggi in Italia tra i circa mille parlamentari ed enti di tutti livelli, c’è un sacco di gente che vive di politica“. Assist perfetto per il mondo di Twitter che in poco tempo “abbocca”, dimenticando tutta la faccenda tra Grasso e Renzi per la riforma del Senato, per sbizzarrirsi nelle risposte. Qualcuna twitta “#renzievivedi slogan”, o “di chiacchiere e slide” ma scorrendo si fa fatica a cogliere qualche cinguettio divertente. Il popolo dei 5 stelle oggi scarseggia di ironia e di un eccessivo populismo che non fa molto sorridere. Tra i migliori comunque:

DI CHE VIVE RENZI? Renzi, che dal giugno 2004 al giugno 2009 è stato presidente della Provincia di Firenze, sindaco di Firenze dal 2009 al 2014 e oggi presidente del Consiglio, ha sempre “campato” con i soldi pubblici. Attacco dunque scontato: è qui che però Grillo rilancia la sfida ai tagli. Non solo dunque al Senato, che il governo vuole riformare, ma un sforbiciata anche agli stipendi, in primis quello del premier. Come (fanno?) i parlamentari del M5s che rinunciano alla doppia indennità, rendicontando tutte le spese e i rimborsi per uno stipendio netto mensile di circa 3mila euro al mese. E il presidente del Consiglio? Quanto guadagna Matteo Renzi?

Entrato ufficialmente a Palazzo Chigi aveva dichiarato, sempre via Twitter, che la sua paga sarebbe stata quella di un primo cittadino. Non essendo un parlamentare percepirà un’indennità di circa 114 mila euro l’anno. A Firenze, quando stava a Palazzo Vecchio, guadagnava circa 4300 euro netti per dodici mensilità, ora secondo il Corriere della Sera dovrebbe invece arrivare a percepirne 5mila euro netti. Una busta paga che ha solo da invidiare quella dei parlamentari che ammonta a dodicimila euro di stipendio.

E #GRILLODICHEVIVE? Sono mai stati forniti i guadagni del blog di Beppe Grillo? Come vengono usati quei soldi? Domandare è lecito, rispondere è cortesia soprattutto quando parliamo di un  prodotto editoriale che non ha utilizzato fondi pubblici. Dunque nessun vero obbligo, se non in virtù di  quella visione di trasparenza e legalità su cui marciano movimento e attivisti del M5s. Qualche tempo, quando venne sollevate la questione, lo staff del blog rispose:

Il Blog è nato nel 2005. A differenza della maggior parte dei prodotti editoriali italiani televisivi o cartacei non ha mai utilizzato fondi pubblici. Negli ultimi anni la sua gestione è stata sempre in perdita. Nel 2012 i costi erano diventati insostenibili e fu inserita per questo, verso metà anno, la pubblicità, ma non per tutte le categorie, per evitare di chiuderlo. Nel 2011 Casaleggio Associati (CA) ha chiuso in passivo di 57.800 euro con un fatturato di circa 1.400.000 euro. Le perdite del blog sono state sempre coperte da CA. I bilanci di CA depositati alla Camera di Commercio di Milano sono peraltro disponibili a qualunque giornalista interessato ai suoi mirabolanti guadagni.” Lo staff di Beppe Grillo

In pratica non c’è modo di sapere esattamente quanto denaro entra alla Casaleggio Associati solo dal blog. L’anno scorso il IlSole24Ore c’aveva provato con tanto di calcolatrice per fare i conti in base alla pubblicità Adsense. Il giro d’affari – spiegava al quotidiano un esperto analista del settore - sarebbe tra i 5 e i 10 milioni di euro l’anno. Dati che ovviamente hanno fatto il giro dei media e dato il via ad altri calcoli ben più ridimensionati (meno di 2 milioni all’anno ma sempre considerando solo le entrate da Adsense).

Ma è Grillo che lavora per Casaleggio, o Casaleggio che lavora per Grillo? La cosa non è chiara, mentre appare evidente la tattica 2.0 di social marketing finalizzata ad aumentare le visite al blog. Come? Se invece di cliccare subito sul post ci si fermasse un attimo ad analizzare parole e toni sensazionalistici, forse la cosa sarebbe chiara. Ma l’informazione non dovrebbe essere più corretta e veriteria, in modo da restituire ai cittadini la giusta visione della realtà? Solo qualche mese fa, dalle pagine del blog di Grillo, ecco un post dal titolo: Ora basta col sensazionalismo mediatico.

E poi ci sono le due pagine Facebook, Tze Tze e Passaparola, gestite sempre dalla Casaleggio Associati, dove è tutto un “SCOPRI COSA È SUCCESSO” oppure “INCREDIBILE GUARDA QUI” o “CLAMOROSO”

SPETTACOLI, LIBRI, DVD E MERCHANDISING – Informazione, spettacolo, comicità ed elezioni. Quattro ingredienti che Beppe Grillo e il Movimento5stelle hanno sempre usato insieme senza alcuna distinzione. Prima dell’entrata in Parlamento sul blog venivano venduti libri e dvd come modesta forma di finanziamento del Movimento. Tutto il merchandasing di Grillo è stato poi trasferito in un apposito portale, GrilloRama, anche se i veri guadagni ci sono stati vendendo il materiale alla tv satellitare “Current Tv” a 100mila euro a stagione. E ora, in piena campagna elettorale per le Europee, sta arrivando il nuovo one-man-show di Beppe Grillo.
grillo
Te la do io l’Europa è lo spettacolo che debutterà domani, primo aprile, a Catania e che toccherà altre sette importanti città della penisola. Di certo non mancheranno gli spettatori, ma il comico genovese è comunque lontano dal «sold out» che anticipa ogni grande appuntamento dei big dello spettacolo. Ed è proprio in Sicilia che arriva l’allarme: lo spettacolo annunciato al Palacatania, in grado di ospitare 5mila persone, è stato spostato al Teatro Metropolitan, con una capacità molto inferiore di circa 1780 posti. E pare che fino a ieri i biglietti fossero disponibili.
Chi di polulismo ferisce, di polulismo perisce
Valentina Gravina

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Una risposta a Se #renzievivedi politica, Grillo, Casaleggio e il M5s di cosa vivono?

  1. Pingback: Più di 4.500 candidati all'euro-lotteria di Beppe Grillo - Il Manifesto (Abbonamento) | VIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIEVIDEODOMANI NEWS VIDEO E NOTIZIE

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews