Scoperto reattore nucleare in stabilimento Kodak

NEW YORK – È stato tenuto nascosto per ben 30 anni un reattore nucleare delle dimensioni di un frigorifero nel seminterrato di uno stabilimento della Kodak a Rochester, New York.

Stando a quello che riportano diversi media statunitensi, ancora non è stato possibile comprendere il reale motivo per cui circa un chilo e mezzo di uranio arricchito (vale a dire il materiale utile alla costruzione di armi nucleari) si trovasse proprio lì. Secondo esperti di non proliferazione nucleare, si tratterebbe di una situazione effettivamente strana poiché, di solito, le aziende private non sono in possesso di simile materiale.

Il reattore era contenuto in un ambiente dotato di mura di cemento spesse oltre mezzo metro e della sua presenza erano a conoscenza soltanto poche persone, tra le quali alcuni ingegneri e funzionari di Stato. Nessun dipendente dell’azienda, invece, aveva accesso al sito.

Apparentemente, il reattore sembra venisse utilizzato per rilevare eventuali impurità contenute all’interno di alcuni strumenti o per testare nuove potenziali tecniche di produzione delle immagini. Sembra che non esistesse, inoltre, alcun pericolo di esplosione.

Il portavoce, Christopher Verona, infatti, sottolinea che «questo dispositivo, presente nello stabilimento dal 1974 al 2007, non costituiva alcun rischio né per i dipendenti né al di fuori della struttura».

(Foto: america24.com / notizie.tiscali.it)

Stefano Gallone

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews