Scarlett Johansson scarica la Ong

Scarlett Johansson

Scarlett Johansson (therichestimages.com)

Scarlett Johansson sta facendo parlare di sé non solo per la sua indiscutibile bellezza. L’attrice, cantante e modella nata a New York il 22 novembre 1984, infatti, avrebbe preso una posizione che ha creato non poco polemiche.

TUTTA COLPA DI UNA BIBITA - La Johansson avrebbe concluso la sua collaborazione con Oxfam International – una confederazione organizzazioni che lavorano insieme per trovare soluzioni durature alla povertà e alle ingiustizie – in quanto criticata per il suo appoggio a una società israeliana operante in Cisgiordania. La Johansson sarebbe colpevole di aver girato lo spot per SodaStream, il quale sarà anche trasmesso durante la pubblicità del Super Bowl del 2 febbraio. Si dirà: e che problema c’è? La questione non è così semplice. SodaStream, infatti, avrebbe una gran fabbrica in Israele, precisamente in Cisgiordania. Territorio che ufficialmente appartiene allo stato d’Israele dal 1976, ma che i palestinesi rivendicano fortemente.

SODASTRAM SI DIFENDE - L’azienda di bevande sostene di essere un modello di cooperazione pacifica, tant’è che impiegherebbe operai sia palestinesi che israeliani. Ma nulla da fare, Oxfam condanna tale insediamento, che è anche illegale dal punto di vista strettamente giuridico. Nel caso specifico, violerebbe il diritto internazionale.

CIAO CIAO SCARLETT - La star statunitense ha provato a risolvere la questione affermando di essere una «sostenitrice della cooperazione economica e dell’interazione sociale tra un Israele democratico e la Palestina». Ma il tentativo non è andato a buon fine. Così, ha informato la Ong che la loro collaborazione si è di fatto conclusa. Oxfam, a sua volta, ha fatto sapere che «il ruolo della signora Johansson nel promuovere l’azienda SodaStream è incompatibile con il suo ruolo di ambasciatrice nel mondo», «Oxfam ritiene che le aziende come SodaStream che operano in insediamenti aggravano ulteriormente la povertà e negano il diritto delle comunità palestinesi per cui lavoriamo».

Giacomo Cangi

foto: blogspot.com; therichestimages.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews