Scandalo FIFA: dirigenti accusati di corruzione, riciclaggio e frode

Quattordici dirigenti FIFA arrestati per corruzione, riciclaggio e frode. Indagato anche il presidente uscente Joseph Blatter, a tre giorni dalle elezioni

Joseph Blatter (www.ciudadfutbol.com)

Joseph Blatter (www.ciudadfutbol.com)

ZURIGO – Il mondo del calcio è in subbuglio: stamattina a Zurigo sono stati arrestati quattordici dirigenti FIFA dalle autorità svizzere. I quattordici saranno estradati negli Stati Uniti e dovranno rispondere dell’accusa di corruzione. L’operazione è stata eseguita all’alba presso l’hotel Baur au Lac, dove risiedono di solito i dirigenti del calcio internazionale quando si trovano in Svizzera per l’annuale convegno. Tra gli indagati dall’Fbi, ma non tra gli arrestati – perlomeno non ancora -, anche Joseph Blatter, che non ha ancora ricevuto alcuna accusa ufficiale. Duro colpo per lui, considerando che tra soli tre giorni si voterà per l’elezione del nuovo presidente FIFA, con il principe di Giordania Ali Bin Al-Hussein che sfida proprio il presidente uscente Blatter.

ACCUSE E ACCUSATI - Tra gli arrestati ci sono Jeffrey Webb delle Isole Cayman, un vicepresidente del comitato esecutivo della FIFA, l’uruguaiano Eugenio Figueredo, anche lui vicepresidente ed ex presidente della South America’s Soccer Association. Arrestati anche: Jack Warner di Trinidad e Tobago, ex membro del comitato esecutivo; Eduardo Li, presidente FIFA in Costa Rica; Julio Rocha, presidente della Federazione calcistica del Nicaragua; Costas Takkas, Rafael Esquivel, José Maria Marin, Nicolas LeozAlejandro Burzaco, Aaron Davidson, Hugo Jinkis e Mariano Jinkis.

 

L’ordine d’arresto dei dirigenti FIFA si fonda su una domanda delle autorità statunitensi che hanno condotto le indagini: i vertici FIFA sono accusati di corruzione, riciclaggio e frode e riguardano gli ultimi venti anni, nonché le gare per aggiudicarsi i campionati Mondiali del 2018 e del 2022 rispettivamente in Russia e Qatar, così come gli accordi per il marketing e i diritti televisivi. In particolare, «Il pubblico ministero competente per il distretto est di New York sta indagando contro queste persone perché sospettate di aver pagato e accettato dagli anni Novanta ad oggi tangenti e provvigioni nascoste. I presunti autori della corruzione – rappresentanti di media sportivi e di imprese di commercializzazione dello sport – sarebbero coinvolti in pagamenti ad alti funzionari del calcio – delegati della FIFA e altri funzionari di organizzazioni affiliate alla FIFA – pari a oltre 100 milioni di dollari. Come contropartita avrebbero ricevuto i diritti di trasmissione, di commercializzazione e di sponsorizzazione di tornei di calcio negli Stati Uniti e nell’America del Sud. Secondo la domanda di arresto, tali reati sono stati concordati e preparati negli USA; alcuni pagamenti sono inoltre avvenuti attraverso banche statunitensi».

 

Nelle immagini, caricate su Twitter dal giornalista del «New York Times» Sam Borden, si vede lo staff dell’albergo che cerca di nascondere con delle lenzuola gli arrestati, mentre entrano nell’auto della polizia senza manette.

Mariangela Campo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews