Scandalo al concertone: cantante nudo con condom per protesta

Romagnoli, frontman del gruppo, ha inoltre esibito una "chierica" come quella dei frati francescani

Roma – Il concertone del primo maggio in piazza San Giovanni, a Roma, è spesso al centro di polemiche per le esibizioni che, con cadenza annuale, assumono valenza propagandistica e politica. Quest’anno, al centro della scena si è posto il giovane cantante Luca Romagnoli, frontman del gruppo Management del dolore post-operatorio, un esperimento musicale-sociale che trae le sue origini nella città abruzzese di Lanciano.

Romagnoli, all’inizio dell’esibizione, ha esposto un condom allo sguardo del folto pubblico presente e, tenendolo in mano come il sacerdote fa con l’ostia sacra, ha tenuto un vero e proprio “sermone”, recitando il seguente messaggio: «Questo è il budello che uso io, che toglie le malattie dal mondo. Prendete e usatene tutti, fate questo, sentite a me». Un messaggio che fa il verso all’orazione del celebrante durante l’eucarestia, e che è stato trasmesso integralmente da Rai Tre, che ha seguito la diretta dell’evento.

Al termine della canzone, la Rai ha poi trasmesso la pubblicità, nell’intento (riuscito solo in parte) di censurare gli artisti. A questo punto, il Romagnoli accortosi che la diretta era stata interrotta, ha deciso di denudarsi in segno di protesta, tirando giù pantaloni e abbigliamento intimo. Il gesto è stato immediatamente interrotto dalle forze di sicurezza del concertone, che hanno portato via dal palco il cantante.

L’organizzazione della kermesse musicale ha subito preso le distanze dal gesto, con un duro comunicato del capo organizzatore Marco Godano nel quale si legge: «Mi dissocio duramente per la violenza e la scorrettezza che perseguiremo anche per vie legali, confermando ancora una volta che laddove gli artisti non sanno autoregolamentarsi, per quanto ci riguarda, non sono degli artisti in linea con lo spirito del concertone».

La polemica è stata ulteriormente alimentata da un messaggio lanciato dai responsabili del gruppo ultra-cattolico Militia Christi, spesso al centro di iniziative contestate, che ha definito «squallido» il messaggio lanciato attraverso l’esposizione del preservativo.

Di seguito, il video della performance.

[youtube]http://youtu.be/1tqKfr6_tgo[/youtube]

Stefano Maria Meconi

@_iStef91

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews