Sarà Schulz il candidato Pse per la Commissione europea

Martin Schulz, presidente dell'Europarlamento: sarà il candidato Pse per la Commissione europea 2014

Martin Schulz, presidente dell’Europarlamento: sarà il candidato Pse per la Commissione europea 2014

Bruxelles – Sarà l’attuale presidente dell’Europarlamento Martin Schulz il candidato unico del Partito socialista europeo per la guida della Commissione dopo le prossime elezioni europee, fissate in primavera. A deciderlo oggi l’ufficio di presidenza del Pse: la candidatura sarà poi ufficializzata durante il congresso del partito, che unisce socialisti e socialdemocratici, fissato per il 28 febbraio e il 1 marzo.

Schulz è ora atteso da quattro mesi estremamente impegnativi, durante i quali dovrà incontrare i leader dei partiti europei che aderiscono al Pse: «sono onorato di ricevere la fiducia e il sostegno del Pse», ha commentato oggi Schulz, durante la conferenza stampa che si è tenuta a Bruxelles dopo la chiusura della riunione dell’ufficio di presidenza.
«È arrivato il momento di stabilire un legame vero tra le istituzioni comunitarie e i cittadini dell’Ue: è il momento di costruire un’Europa in cui le persone possa credere perché l’Europa crede in loro», ha spiegato, iniziando già a delineare un programma di profondo cambiamento rispetto alle linee guida che si sono imposte con la Commissione Barroso. «Voglio che nel 2014 390 milioni di cittadini elettori dicano la loro». Quella di Schulz sembra una sfida all’idea stessa di Europa che si è imposta in questi anni: finanziaria, economica, bancarie, austera. Una sfida che richiederà tutte le energie della sinistra europea.
Attuale presidente del Parlamento europeo, il tedesco Schulz ha alle spalle una carriera politica nell’Spd: nel 2003 si rese protagonista di una dura contestazione a Silvio Berlusconi, proprio  Bruxelles, dove venne apostrofato dal leader Pdl come “kapò”.

L’ufficio di presidenza del Pse, dopo aver confermato la nomina di Schulz come candidato unico per la Commissione, ha anche chiesto all’Italia la disponibilità ad accogliere a Firenze il congresso del partito, che dovrebbe quindi essere organizzato dal Pd. Secondo Giacomo Filibeck, responsabile esteri e relazioni internazionali della segreteria Epifani, questo congresso sarà «una grande opportunità per il Pd, che potrà partecipare a pieno titolo alla battaglia per il superamento dell’Europa dell’asuterità e l’approdo a un’Europa della solidarietà e della crescita».
Il segretario del Partito socialista italiano, Riccardo Nencini, ha positivamente commentato la nomina di Schulz: «c’è bisogno di un’Europa meno legata alle banche, di un’Europa solidale, che guardi ai diritti civili e sociali».

Andrea Bosio
@AndreaNickBosio

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews