Salvini attacca il “crocifisso comunista”: la figuraccia è servita

Matteo Salvini ha manifestato fastidio verso il "crocifisso comunista" accettato da Papa Francesco, inconsapevole della vera e nobile storia di quella scultura

salvini

Matteo Salvini, questa volta il tentativo di fare della facile propaganda gli si è ritorto contro (foto: it.notizie.yahoo)

Eppure l’occasione era così ghiotta. Un crocifisso con falce e martello, un assist propagandistico già pronto e confezionato, non poteva certo sfuggire così. Così Salvini ci ha provato, manifestando un fortissimo sdegno attraverso la sua pagina Facebook nei confronti non tanto del regalo in sè, nè tantomeno di Evo Morales, ma del fatto che  Papa Francesco l’avesse accettato. «Con tutto il rispetto – scriveva stamattina il leader leghista – leggere che il Papa ha accettato in dono un Crocifisso scolpito su Falce e Martello, simbolo di oppressione, di massacri e di milioni di morti, mi ha dato fastidio».

SALVINI, INFORMARSI  È IMPORTANTE - Nonostante la notizia sia di quattro giorni fa, è evidente che Salvini non abbia avuto modo di informarsi, decidendo invece  di ricorrere immediatamente alla “tagliente” tastiera una volta appreso il fatto. Peccato, avrebbe potuto apprendere che il “crocifisso comunista” in realtà è una riproduzione della scultura realizzata negli anni ’70 dal gesuita spagnolo Luis Espinal Camps per esprimere l’unione del mondo cristiano con le idee marxiste. Sostenitore della “teologia della liberazione” padre Lucho fu particolarmente attivo in Bolivia dal 1964 nella difesa dei diritti umani contro la dittatura militare. Una figura scomoda, costantemente a sostegno delle lotte dei minatori e delle loro mogli, guidate da Domitila Chungara, nota sindacalista e attività per i diritti delle donne. Una serie di impegni sociali che gli costarono l’antipatia della giunta boliviana. Padre Lucho venne rapito la notte del 21 marzo 1980, ed il suo corpo straziato ritrovato il giorno dopo sulla strada che porta a Chacaltaya.

Con tutto il rispetto, leggere che il Papa ha accettato in dono un Crocifisso scolpito su una Falce e Martello, simbolo…

Posted by Matteo Salvini on Martedì 14 luglio 2015

INFORMAZIONE O PROPAGANDA? – Se tutto questo Salvini l’avesse saputo, magari non avrebbe attirato su di sè l’ilarità dei commenti che hanno tempestato la sua bacheca (non tutti, purtroppo). Ma di fronte a quell’immagine, con Papa Francesco che accetta un dono tanto particolare, c’erano solamente due strade: informarsi per capire meglio, oppure comportarsi come il leader leghista ormai ci ha abituati: sparare a zero, cercando di attirare consensi basati su superficialità e ignoranza, con il rischio però di arrivare ad offendere la memoria di un martire e rimediare un’incredibile quanto meritata figuraccia.

 

 

Carlo Perigli

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews