Salute: la depressione sembra spegnere i circuiti cerebrali dell’odio

Roma (Adnkronos Salute) – Nuove scoperte sul fronte della depressione: la profonda tristezza molto spesso spegne anche la rabbia, oltre che l’attitudine al rischio e la voglia di fare, così come le emozioni e i ricordi.

A metterlo in luce è uno studio condotto dal team di Jianfeng Feng della University of Warwick (Gb), pubblicato su ‘Molecular Psychiatry’: questo gruppo ha infatti scoperto che la depressione sembra letteralmente ‘sganciare‘ i circuiti dell’odio presenti nel cervello, rendendo il soggetto incapace di detestare qualcuno.

I ricercatori hanno scannerizzato il cervello di 39 depressi (23 femmine e 16 maschi) e 37 soggetti di controllo che non soffrivano di depressione (14 femmine e 23 maschi), scoprendo differenze significative nella loro mente attraverso l’uso della risonanza magnetica. La differenza maggiore, spiegano, riguarda i circuiti dell’odio, che coinvolgono il giro frontale superiore, l’insula e il putamen; ma altre notevoli alterazioni, tra depressi e non, sono emerse nei circuiti legati al rischio e all’azione, alla ricompensa, alle emozioni e all’attenzione, come pure all’elaborazione dei ricordi.

Il team britannico ha messo in luce come “in un numero molto significativo” di depressi il circuito dell’odio sia come disattivato. In particolare, questo è probabile nel 92% dei pazienti e, sempre nel 92%, il circuito del rischio risulta ‘scollegato’, mentre nell’82% accade la stessa cosa a quello che governa emozioni e ricompensa.

“I risultati sono chiari – commenta Feng – anche se a prima vista sconcertanti. Non ci sono ovvie indicazioni che i depressi siano meno propensi all’odio. Una delle possibili spiegazioni sta nel fatto che lo ‘scollegamento’ dei circuiti dell’odio può essere associato a un’alterata abilità nel controllare e apprendere da situazioni sociali, eventi che – conclude lo studioso – possono suscitare sentimenti di odio verso se stessi o gli altri”.

Nadia Galliano

Foto || via saperesalute, domitylla

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews