Salute dei capelli: la salvaguardia è nei trattamenti naturali

Se credi che i tuoi capelli siano condannati ad uno stato di fragilità e indomabilità, ti sbagli. La natura ci rivela i suoi toccasana

stress capelli salute

Capelli spenti, diradati, problemi di caduta eccessiva e comparsa di doppie punte? Qualunque sia la causa della mancata salute dei tuoi capelli non temere, perché nulla risulta irrimediabile quando dalla nostra parte abbiamo lei: madre natura. Esistono, infatti, svariati rimedi totalmente naturali capaci di attenuare o eliminare il problema “alla radice”. Si tratta di pochi semplici trucchi che renderanno l’ingestibilità della tua capigliatura solo un vecchio ricordo.

TRATTAMENTI NATURALI – Rapide, genuine, economiche e prive di effetti collaterali, sono queste le qualità che si cercano in merito alle cure “casalinghe”, le più affidabili e soddisfacenti quando si vuole porre rimedio a problemi come quelli che impediscono di sfoggiare invidiabili chiome folte. In natura, non pochi prodotti alimentari sono capaci di assurgere a ruolo di antidoti, dimostrandosi efficaci se utilizzaticome ingredienti per maschere e impacchi salutari.

INGREDIENTI A PORTATA DI FRIGO: UOVA, PANNA E BIRRA – Le uova, ad esempio, possiedono proprietà benefiche decisamente utili se poste a rimedio dello sfibramento dei capelli. Grazie alle proteine ed i grassi presenti nel tuorlo e agli agenti antibatterici dell’albume, l’uovo è un ingrediente indispensabile per un impacco “anti-doppie punte”. Se invece ciò che affligge i vostri capelli è la ruvidezza, la mancata fluidità ed un evidente tendenza all’opacità, allora la soluzione è la panna o lo yogurt. Basta affidarsi ai derivati del latte poiché l’acido l’attico ivi contenuto ricompatta le squame del capello, le idrata e le pulisce a fondo, ridonando così lucentezza e morbidezza ai vostri capelli. Capigliature senza tono ed indomabili? La birra sarà capace di risvegliarle grazie ai fermenti, al lievito, al malto e al luppolo, tutti indistintamente artefici di capelli forti, sani e difficili da spezzare.

MIELE, OLIO, FARINA E… – Altra causa che coopera alla rovina dei capelli è l’estate. Ahimè, la bella stagione è un sogno che dovrebbe durare 365 giorni l’anno, ma purtroppo l’eccessiva esposizione ai raggi del sole può essere nociva per i capelli, i quali, potrebbero finire per apparire secchi, fragili e sfibrati. In questo, fortunatamente, ci aiutano il miele e l’olio d’olivaricchi di proprietà emollienti, idratanti e seboregolatrici. Se all’opposto, ciò che tormenta i vostri capelli è una sovrabbondante secrezione di sebo che li rende esageratamente grassi ed unti, allora la salvezza è da ricercare nella farina o nell’amido di mais. Questi prodotti, invero, riusciranno a riassorbire l’eccesso di sebo dal cuoio capelluto e a conferire ai capelli la loro natura setosa e fluente.

Nemico numero uno dell’estetica del capello: la forfora; per combatterla si consiglia di fare ricorso al succo d’arancia. Quest’ultimo, se unito alla polpa di mela, diviene per giunta un ottimo lenitivo per capelli fragili e iperstressati dall’abuso di trattamenti chimici. E ancora, come non riconoscere allo zenzero qualità benefiche anche in questo settore? Quest’ultima, infatti, è conosciuta ai più come una spezia miracolosa, proprio per le molteplici virtù salutari; si rivela indispensabile anche nella stimolazione della crescita del capello, facilitando la circolazione e apportando sostanze nutritive nei vasi sanguigni del cuoio capelluto.

… EBBENE SÌ, ANCHE LA VODKA – Un ingrediente che non ci si aspetterebbe mai di ritrovare nel set di riparazione del capello è la vodka. Sorprendentemente, essa ha dimostrato capacità di potenziamento dell’effetto lucentezza e brillantezza di qualsiasi shampoo ordinario. Se miscelata all’aceto di vino risulterà, inoltre, un valido disinfettante per la cute.

IL TUO MIGLIOR HAIR STAYLIST È LA TUA DISPENSA – La validità di prodotti alimentari, come quelli sopra descritti, consiste nel loro essere facilmente reperibili, e con ciò, costantemente a portata di mano per chiunque. Inoltre, la preparazione e l’uso di composti a base naturale, risulta essere una pratica adottabile anche da coloro i quali non abbiano specifiche doti tecniche in materia di cura del capello. Per affidarsi a tali trattamenti, infatti, sarà sufficiente realizzare un impasto cremoso (con l’ingrediente rispondente alle vostre esigenze) da stendere su tutta la lunghezza dei capelli, lasciar agire per un massimo di quindici minuti e risciacquare con abbondante acqua; successivamente non resterà che proseguire col consueto lavaggio.

INGREDIENTI INSOLITI MA RIGOROSAMENTE NATURALI – Al di là della dispensa di casa è possibile scoprire proprietà medicinali in altre sostanze naturali, compatibili con le esigenze di cura e ripristino dell’integrità del capello. Si tratta di prodotti acquistabili in erboristeria o online. Ne sono un esempio i semi di fieno greco, ideali per ritardare la caduta dei capelli e per promuoverne la crescita. Per poter essere utilizzati, essi necessitano di essere ammorbiditi in acqua per almeno dieci ore, vanno poi frullati così da realizzare un composto applicabile sul cuoio capelluto. Indubbiamente adatto a restituire vigore ai capelli è l’aloe vera: l’estratto ottenuto dalle sue foglie può essere utilizzato sia come componente per una maschera, sia come integratore da assumere per via orale. L’amla, invece – sostanza particolare, dalle origini poche note ma dalle qualità benefiche assicurate – si dimostra essere una benevola pozione anti-caduta e pro robustezza del fusto. L’assunzione può avvenire riducendo in polvere le sue foglie precedentemente essiccate. Altra sostanza disponibile in polvere è l’hennè, essa possiede un duplice pregio, è infatti capace di rafforzare la chioma e, al coltempo, di accentuare i riflessi dei pigmenti di colore. Gli oli invece, per la loro natura idratante e addolcente sono irrinunciabili se si vuole porre rimedio alla secchezza e all’effetto crespo della propria capigliatura: indistintamente preziosi a questo scopo, l’olio d’Argan, l’olio di cocco l’olio d’avocado.

caduta-dei-capelli-come-contrastarla_151786_big

SCARSA SALUTE DEI CAPELLI: ERRATA ALIMENTAZIONE – La salute dei capelli è la diretta conseguenza di una corretta alimentazione. Se si vuole, dunque, evitare di incorrere nella più incresciosa conseguenza antiestetica, la calvizie, o se si desideri semplicemente contrastare l’indebolimento e lo sfibrarsi del capello, l’eccessiva secchezza, la rottura e la tanto temuta comparsa di doppie punte, è assolutamente necessario fornire al proprio organismo la giusta dose di componenti nutritivi attraverso un sano ed equilibrato stile alimentare. Tutte le vitamine del gruppo B risultano essere componenti vitali a questo proposito. Altrettanto importanti sono i minerali, quali ferro, rame, magnesio, zinco, zolfo: indispensabili alla produzione dei pigmenti di colore, utili quindi per ritardare l’insorgenza di capelli bianchi. Lo stato cagionevole dei capelli potrebbe quindi derivare da disfunzioni alimentari: diete dimagranti eccessivamente drastiche, regimi nutrizionali vegetariani o vegani privi di criterio o, ancora, un consumo insufficiente di frutta e verdura. Ecco spiegato perché la prima soluzione a qualunque tipo di inconveniente con la vostra capigliatura è da ricercare nel cibo. Mangiar sano è la risposta esatta a questo specifico problema.

OSSESSIONE HAIRSTYLE – Le disavventure con i vostri capelli , potrebbero altresì dipendere da tutti quei fattori che accorrono primariamente ad adornare la vostra chioma, ma che se non usati con giudizio e parsimonia, conducono inevitabilmente all’effetto opposto. Primo tra tutti: l’abuso di tinture, l’uso di prodotti chimici di scarsa qualità e l’inosservanza delle giuste misure di cautela durante l’applicazione di prodotti altamente corrosivi, decretano la condanna – spesso irrimediabile – della salute del capello. Anche l’uso smisurato di phon e piastre intaccano il vigore e la floridezza del capello. Le alte temperature di questi strumenti, infatti, agiscono direttamente sulle squame del fusto, parti ipersensibili del capello, sottoporle con costanza ed esagerazione a suddetti picchi termici comporta immancabilmente bruciature permanenti. Altre cause di deterioramento sono la smodata o all’inverso la mancata igiene del capello, o ancora, la duratura esposizione ai raggi del sole, alla forza del vento, alla salsedine, al cloro e, in generale, a tutti quei fattori che – particolarmente in estate – risultano essere all’ordine del giorno.

Conoscere e prevenire le cause che concorrono alla rovina dei vostri capelli, è certamente il primo passo per una terapia dagli esiti sempre soddisfacenti. Maurizio Costanzo una volta disse: «L’unica cosa che arresta la caduta dei capelli è il pavimento». Che sia vero o meno, oggi se non altro, ci è possibile scoprire come aumentare la distanza tra quel pavimento e i nostri capelli, e come mantenerla intatta per un tempo sempre più lungo.

Antonietta Mente
@AntoMente

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews