Safer Internet Day: poche regole per usare la Rete in sicurezza

safer internet day

lastampa.it

Roma – Google e celebra la Rete nel giorno – 5 febbraio – in cui l’Europa tutta omaggia la Giornata dedicata alla sicurezza in Internet dei ragazzi. Da questa sensibilizzazione nasce il Safer Internet Day 2013, un’iniziativa portata avanti da Google in collaborazione con la Polizia di Stato. Scopo dell’operazione è garantire a tutti una navigazione più sicura.

Così il progetto “Buono a sapersi”, organizzato dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, esce dalla Rete e arriva nelle scuole di 100 città italiane. Un work in progress caratterizzato da seminari e workshop dedicati alle buone regole nell’uso del Web, strumento di infinite possibilità ma anche luogo di grandi insidie.

Quindi i suggerimenti per una buona socializzazione online tornano utili, soprattutto ai più giovani e ai meno esperti, ed è Google a dispensarli per scoraggiare al cyberbullismo dilagante soprattutto su blog e social network. Da pubblicaamministrazione.net qualche regola:

- Scegliere una password. Il codice identificativo dovrebbe essere preferibilmente alfanumerico e abbastanza lungo. Evitare i codici che copino la propria casella di posta e-mail o conto corrente. La password non va condivisa con altri né diffusa e le impostazioni di ripristino devono essere sempre aggiornate.

- Truffe. Il mondo virtuale come quello reale consente di coltivare ottimi rapporti ma pure di incorrere in individui poco raccomandabili. E’ bene, dunque, evitare di rispondere alle e-mail che  richiedano l’invio di dati sensibili o personali come conti bancari, postali, e/o carte di credito, anche se intestate a nome dell’Istituto in cui si detengono i propri risparmi. Inoltre, se le domande fossero insistenti, è bene rivolgersi ai carabinieri o alla polizia postali.

- Contenuti. Segnalare ai gestori di siti, blog o social network tutti i contenuti ritenuti inappropriati o illegali. Inoltre non tralasciare di verificare spesso le impostazioni di privacy e sicurezza. Ancora, sui social network, evitare di pubblicare materiale che potrebbero compromettere la propria reputazione digitale o quella d’altri.

- Sistemi operativi e browser. Buona norma è aggiornare sempre sia il proprio sistema che il browser con il quale si opera per sventare intrusioni. Occhio alle URL quando si accede ad un sito che richiede registrazione e/o autenticazione con i propri dati o in cui si devono digitare dati sensibili. Se il sito è crittografato e protetto, l’iniziale http: // sarà arricchito con una “s”: https// è la dicitura tipica, ad esempio, degli spazi privati di home banking.

- Schermo. Meglio bloccarlo quando non si usa il pc, il tablet o il telefono. Anche qui una password personale e difficile da intuire è buona norma.

Chantal Cresta

Foto || lastampa.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews