Russia, i 60 anni di Putin tra feste e contestazioni

Uno dei dipinti dedicati a Putin in mostra a Mosca

Mosca – Domenica 7 ottobre Mosca si è preparata a festeggiare il compleanno del suo Presidente: per i 60 anni di Putin non sono mancate mostre, speciali televisivi e concerti, ma mentre una parte del paese ha celebrato il 60esimo genetliaco dell’ ex agente Kgb, un’altra ha manifestato contro il discusso leader politico. Che dal canale NTV ha detto la sua sul caso Pussy Riot.

I festeggiamenti. «Presidente. Persona di buon cuore»: è il titolo della mostra dedicata a Putin dall’artista russo Aleksei Sergienko. Inaugurata il giorno del suo compleanno, l’esposizione ha il carattere di rassegna: in stile pop-art il pittore di San Pietroburgo ha presentato e riassunto alcuni dei più esaltanti e intimi momenti privati del leader politico. Tra i dipinti che lo ritraggono in svariate attività, anche quelle ludiche con bimbi e cani – labrador, i preferiti di Putin, che ne possiede uno scuro, una femmina di nome Connie – e non manca neppure un incontro con l’amico Silvio Berlusconi, atteso pure alla festa che il Presidente puntualmente sceglie di trascorrere con la famiglia ed una ristretta cerchia di amici. Ma uscire dalla scena mediatica anche solo per 24 ore non sembra affatto realizzabile: ecco che già il canale NTV dedica a Vladimir Putin un ricco speciale e la stessa stampa russa discute del proprio capo di governo. Putin, interrogato, difende nel giorno del suo compleanno  il verdetto contro le Pussy Riot, band al femminile che da tempo si è resa protagonista di vari affondi politici nei confronti del festeggiato. «E’ giusto che siano state arrestate ed è giusto che il tribunale abbia emesso un tale verdetto» ha dichiarato duramente Putin alle telecamere di NTV, mentre il premier Medvedev auspicava clemenza per le tre cantanti e fuori dai confini della Federazione si reputava esagerata una simile sentenza.

Tra le manifestazioni in onore del Presidente, Fai del tuo meglio per Putin, organizzata dal gruppo giovanile Mestniye per ringraziare gli sforzi del capo di stato a favore della promozione di attività sportive; infine una scalata da parte di un gruppo di 10 alpinisti pronti a vincere la montagna pur di piazzarne sulla cima una maxi immagine di Putin.

E le contestazioni, come quelle portate avanti dall’opposizione prevedenti addirittura un flash mob dal titolo inequivocabile: Mandiamo il nonnetto in pensione. Iniziativa nata su di un social network e portata in strada da numerosi attivisti che hanno scelto di regalare simbolicamente al presidente russo pantofole, viagra e quant’altro per i suoi 60 anni.

Eppure questo terzo mandato ha visto Putin cimentarsi ancora nelle ennesime prove di forza e vigore alle quali è abituato da anni a sottoporsi per promuovere la propria immagine. Il volo in deltaplano con le gru a settembre ne è un esempio. Tante, quindi, le spettacolari iniziative e quelli che vengono considerati successi durante l’attività politica del neo sessantenne – l’Unione Eurasiatica con Kazakhstan, Bielorussia e Ucraina, la copertina del Times del 2007 in quanto uomo dell’anno  – ma altrettante le zone d’ombra: dalle accuse di brogli alle elezioni del 2011 e 2012, al dito puntato contro da Litvinenko nel 2006, che in una lettera ai suoi cari cita Putin come responsabile della sua morte (per avvelenamento da polonio 210, N.d.r); dalle accuse di limitazione di libertà d’espressione dei giornalisti alla violazione dei diritti umani in Cecenia, mutilata dalla guerriglia per la secessione dagli anni ’90 ad oggi. Un potere però, quello di Putin, che nonostante i limiti del suo operato sembra non conoscere arresto, come dimostra la sua, pur contestata, terza elezione.

Valentina Medori

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews