Rubano miele da alveare: aggrediti da 30mila api

Tre uomini tentano di rubare del miele da un alveare: vengono aggrediti da uno sciame di circa 30mila api

Uno sciame di 30mila api aggredisce tre uomini che tentano di rubare del miele dall'alveare (www.bergamosera.com)

Uno sciame di 30mila api aggredisce tre uomini che tentano di rubare del miele dall’alveare (www.bergamosera.com)

NEW PORT RICHEY  (FLORIDA, CONTEA DI PASCO) – La domenica di Pasqua tre uomini decidono di meritarsi un dolcissimo regalo, così si arrampicano su un grande albero, sul quale uno sciame di api ha costruito il proprio alveare, e cercano di rubare del miele. Ma, invece che una dolcissima sorpresa, ne ricevono una bruciante: infatti, i tre vengono aggrediti dalle api e i testimoni sono costretti a chiamare i vigili del fuoco per liberare i malcapitati dal loro attacco.

ATTACCATI DA UNO SCIAME DI 30MILA API – Mentre i tre uomini si trovano sull’albero per tentare di rubare il miele, lo sciame, composto da circa 30mila api, li prende d’assalto: una donna che vive lì vicino chiama i vigili del fuoco per farli liberare e, nel frattempo, viene punta anche lei. Un altro signore del posto che ha assistito alla scena, Tom Johnson, ha detto che i tre erano coperti di api da capo a piedi: sulla testa, sulla faccia, sulle braccia, sugli abiti, ovunque. Una volta arrivati sul posto, i vigili hanno dovuto usare quattro enormi idranti per allontanare le api dal corpo dei tre uomini, che hanno riportato più di una cinquantina di punture ma che non sono in pericolo di vita.

apiLA LEGGE DEL CONTRAPPASSO – Come per la legge del contrappasso i tre sventurati, che cercavano di rubare un po’di miele, sono stati aggrediti e puniti da uno sciame di api. Gli uomini sono stati portati in ospedale e curati; lo sceriffo della contea di Pasco non ha emesso nessuna accusa, perché non è chiaro se i tre abbiano commesso o meno reato, visto che l’alveare è “selvaggio”, cioè non gestito da nessuno. In ogni caso, lo sceriffo ha fatto sapere che aveva già dato disposizioni affinché l’alveare venisse rimosso, ma evidentemente i suoi ordini non erano ancora stati eseguiti. Ha poi fatto notare che lo sciame d’api, anche se molto grande, non aveva mai infastidito nessuno.

Mariangela Campo

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews