Roma: cosa fare per vincere lo scudetto? Ecco cosa dicono i dati

Ci si scorda spesso di ricordare che nel campionato 2014/15 Destro è il secondo miglior marcatore della Roma. Analisi del 2014 giallorosso

Roma

L’umore con cui la Roma se ne è andata in vacanza per le feste di fine anno è difficile da interpretare. Da una parte c’è la consapevolezza che l’obiettivo dichiarato della stagione – lo scudetto – è ancora a portata di mano. La capolista Juventus, infatti, dista soltanto tre punti a quota 39. D’altra parte, però, la Roma appare a tutti, in primis a sé stessa, meno brillante rispetto alla passata stagione. Fattore che non può che far preoccupare per l’immediato futuro. Come spesso accade, occorre analizzare i dati per capire da dove la Roma deve ripartire nel 2015 e dove deve correggersi.

PORTIERE - In questo momento l’emblema della Roma è il portiere Morgan De Sanctis, capace di fare due interventi difficilissimi e decisivi nella prima di campionato in casa contro la Fiorentina, ma anche di commettere un errore a dir poco clamoroso contro il Sassuolo. E come ha dichiarato De Sanctis stesso, anche in occasione della rete-beffa di Berezutski a Mosca ha avuto le sue responsabilità. In campionato ha giocato 14 partite e subito 8 gol. Se si sommano i tre gol presi da Lukasz Skorupski, la Roma ha la seconda miglior difesa del campionato dietro soltanto alla Juventus. Nelle ultime settimane si è parlato molto di Neto. La Fiorentina ad oggi è la terza miglior difesa del campionato e alla fine della stagione scorsa soltanto quattro squadre avevano subito più reti della viola. Insomma, si tratta di un giocatore interessante. Ma potrebbe essere rischioso per la Roma avere in rosa due giocatori molto giovani – Neto e Skorupski – in un ruolo in cui l’esperienza conta eccome.

DIFESA - Parlando più in generale del reparto arretrato della Roma, non bisogna scordarsi che i giallorossi hanno affrontato praticamente tutte le prime sedici giornate di Serie A più la Champions League con soli tre difensori centrali a causa del cavernoma diagnosticato a Castan. Yanga Mbiwa, preso per fare il quarto, in campionato ha giocato ben 1.027 minuti distribuiti in 12 presenze e in Champions ha giocato cinque partite su sei. Alla Roma, inoltre, servirebbe un difensore centrale capace di impostare il gioco, come l’anno scorso faceva Benatia. Manolas lo ha sostituito ottimamente per quello che riguarda la fase difensiva, ma in fase di impostazione il greco non ha nulla a che fare con il marocchino. Sicuramente Sabatini nel corso del mercato di riparazione porterà un centrale a Garcia. Fra i nomi fatti, quello che probabilmente ha le caratteristiche che maggiormente servono alla Roma è il rumeno Vlad Chiriches. Tutto dipende se Pallotta ha voglia di tirare fuori i soldi necessari. E già a partire dalla prossima stagione il ritorno di Alessio Romagnoli sarebbe utilissimo.

Roma

TERZINO SINISTRO - La questione del terzino sinistro probabilmente è quella più ambigua in casa Roma. Sarebbe davvero interessante capire per quale misteriosa ragione è stato preso Urby Emanuelson, fino adesso comparso in campo per soli dieci minuti. Holebas e Cole in Serie A hanno giocato lo stesso numero di minuti (720) ma il greco ha convinto più dell’inglese. Quest’ultimo a tratti è apparso un giocatore in grado di vincere tre campionati e una Champions League solo alla play station, e invece sono titoli che ha effettivamente conquistato sul campo. Holebas non solo ha segnato una rete – quella molto bella realizzata contro l’Inter – ma ha convinto per la sua personalità e anche per la fase difensiva che non è certo la sua qualità migliore. Dei tre terzini sinistri, Holebas è sicuramente l’unico che la Roma si dovrebbe tenere stretto.

ACQUISTI INTERNI - A centrocampo rimangono inspiegabili gli acquisti di Ucan e Paredes visto che in due hanno fatto 41 minuti di presenza in Serie A. In questo reparto il rinforzo più importante potrà essere il ritorno a pieno regime di Kevin Strootman, fino adesso apparso come il cugino scarso del fantastico giocatore dell’anno scorso a causa del faticoso rientro da un infortunio pesantissimo. Il recupero dell’olandese è particolarmente importante considerando che “il professore” Keita sarà presto impegnato in Coppa d’Africa. Stesso discorso vale per un giocatore offensivo: Iturbe, un ragazzo di 21 anni pagato 22 milioni più bonus che in 350 minuti ha realizzato un solo gol (poco meglio in Champions: 245 minuti, un gol e due assist). Anche per lui la grande occasione sarà il mese di gennaio quando Gervinho (due gol e quattro assist in 14 presenze) indosserà la maglia della sua nazionale.

PUNTI FORTI - I dati dicono che la Roma dipende in grandissima parte da tre giocatori: Miralem Pjanic, Radja Nainggolan e Adem Ljajic. Il bosniaco ha segnato tre gol e quattro assist in quindici presenze. Il belga tre gol e tre assist in 1.219 minuti più due assist in Champions mentre il serbo ha messo a segno sei reti (è il capocannoniere della squadra, e ha anche fallito un rigore) più due assist. Nelle sfide importanti questi tre giocatori devono essere in campo. Sarà un caso, ma nella partita pareggiata contro il Milan tra gli 11 titolari due dei tre giocatori sopra citati non c’erano. Il capitano Francesco Totti è l’assist-man della Roma (ben cinque solo in campionato) ma segna poco: solo due reti entrambe su rigore. Mattia Destro, che molti indicano come la prossima cessione illustre, ha segnato quattro gol in 712 minuti. Non proprio poca roba. Ma molti tifosi la pensano diversamente. Per vincere, però, occorrerebbe ragionare con i numeri e non con la pancia.

Giacomo Cangi

@GiacomoCangi


foto: giallorossi.net

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews