Roma: Strisce blu, ecco cosa (non) cambia dopo la sentenza del Tar

La sentenza del Tar ha annullato la delibera di Roma Capitale che prevedeva rincari per i parcheggi a pagamento. Tornano le vecchie agevolazioni?

tarStrisce blu, cosa cambia dopo la sentenza del Tar che ha annullato la delibera di Roma Capitale? Tutto, o forse niente, almeno per ora. In teoria, dovrebbero tornare in vigore le agevolazioni previste dal vecchio regime, ma i cittadini romani si accorgeranno presto della complessità della situazione, ritrovandosi in un limbo legislativo di difficile interpretazione.

TORNA LA TARIFFA A 8 ORE? NON PROPRIO – Senza dubbio, la delibera del Tar comporta automaticamente il ritorno della tariffa agevolata, che prevede otto ore di sosta al costo di quattro euro, la cui cancellazione aveva causato l’ira dei cittadini romani. Si tratta però di un ripristino solamente teorico, in quanto, se è vero che lo sconto torna un diritto, è altrettanto innegabile che i tagliandi che lo prevedono non sono più in vendita. Pertanto, seguendo le istruzioni di Atac, pagando quattro euro si potrà sostare solamente per quattro ore, a prescindere da quanto stabilito dal Tar. E il diritto allo sconto?

POSSIBILITÀ DI RICORSO – Rimane e potrà essere fatto valere, in base alla delibera del Tar, impugnando l’eventuale multa, che l’ausiliare del traffico, basandosi sul tagliando, sarà a sua volta in diritto di fare, qualora la sosta si protrarrà oltre le quattro ore. Inoltre, come riporta la cronaca di Roma de “Il Messaggero”, i cittadini potrebbero anche chiedere il “giudizio di ottemperanza“, che con tutta probabilità costringerebbe il Campidoglio a mettersi in regola nelle more del procedimento al Consiglio di Stato. Inoltre, gli abbonati potrebbero chiedere la restituzione del sovrappiù pagato il giorno degli aumenti.

LA DELIBERA DEL TAR – Per quanto riguarda invece la sosta nel breve periodo, pagando gli importi rialzati si potrà parcheggiare per novanta o settantacinque minuti, a seconda della zona di tariffazione, mentre gli impiegati dell’Atac si adopereranno per cambiare la segnaletica e le paline della tariffazione. Tutte conseguenze di quello che il Tar ha ritenuto un utilizzo ingiustificato della «leva finanziaria quale strumento esclusivo per migliorare l’utilizzo degli spazi di sosta – una scelta, secondo il tribunale – non conforme a i criteri di determinazione delle tariffe». In particolare, alla base della decisione, vi sarebbe la mancanza di un «adeguato potenziamento dei mezzi pubblici», che avrebbe dovuto essere posto in essere prima e non dopo rispetto alla «rimodulazione della disciplina della sosta».

Carlo Perigli
@c_perigli

foto: fanpage.it

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Ti è piaciuto questo articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 
Per inserire codice HTML inserirlo tra i tags [code][/code] .

I coupon di Wakeupnews